Cambio tempo ad un file audio per il mix


Cambio tempo ad un file audio con il software per un mix

Questa volta abbiamo il caso di un mixtape dove improvvisamente ti scordi una o più canzoni da inserire e non puoi accedere alla tua consolle, ma metti anche il caso in cui tu volessi mixare più pezzi usando un software, ad esempio per fare un programma in radio, o presentare un piccolo mixato.
Questa pratica io la consiglio solo per un rattoppo o quando non puoi metterti in consolle, perchè, soprattutto nelle prime volte, perdi più tempo a fare il mix sul pc che a farlo dal vivo, soprattutto in alcuni casi dove reperire la battuta diventa estremamente complicato.

Per creare questo mix ho usato un software di audio editing dell’Adobe, l’Audition

Procedura:

Apri Audition e il relativo mixato, oppure se inizi daccapo apri audition, in modalità mutlitraccia e dal menu “File” > “Nuovo” > “Sessione Multitraccia” carica quindi i brani interessati dal menu “File” > “Importa” > “File…” Nel mio caso ho caricato due brani extended, sulla traccia 1 e il secondo sulla traccia 2.

cambio tempo ad un file audio con audition

Dopo aver caricato i relativi brani, disponi come accennato prima, il primo brano sulla prima traccia e il secondo sulla traccia sottostante, se non esiste, creala dal menu “Multitraccia” > “Traccia” > “Aggiungi Traccia Audio Stereo” .
Adesso individua la parte dove c’è il basso, possibilmente solo batteria, come l’intro o l’outro di un extended.

In figura ho accoppiato i due brani rispettando più o meno la battuta dell’outro della prima traccia e dell’intro della seconda traccia.

accoppia le tracce per cambiare il tempo

Dopo aver avvicinato le due tracce andremo a far coincidere i due bassi come in un passaggio a strappo o come spiegato in questo articolo con il software, quindi basta reperire il primo basso più limpido e applicarne un segno sia sulla traccia di sopra che di sotto.

In figura ho fatto un ingrandimento del flusso di lavoro e cerco di reperire i bassi.

flusso di lavoro audition zoommato

Dopo aver fatto un ingrandimento discreto, iniziamo ad accoppiare entrambi i bassi di entrambe le tracce.

In figura ho messo la guida per fare notare che i bassi sono accoppiati in modo grossolano.

zoom cambio tempo file audio

Eseguiamo la procedura di un semplice rattoppo quindi mano mano che ingrandiamo il flusso di lavoro con lo strumento zoom, mano mano andremo a perfezionare l’accoppiamento dei bassi spostando la traccia di sotto fino all’allineamento con quello di sopra con la guida che tira il segno preciso.

Rimpicciolisci il piano di lavoro e assicurati che il primo basso coincide in modo perfetto. Più l’accoppiamento è perfetto, più sarà facile trovare la battuta e più la battuta sarà precisa.

cambio tempo preciso traccia audition

Adesso dobbiamo accorciare la traccia in modo notevole sia da destra che da sinistra.
Quindi andiamo all’inizio della traccia, facciamo scorrere il puntatore finchè non assume una forma ad “]” rossa, clicca e trascina fino all’inizio del primo basso. Fai la stessa cosa alla fine della traccia, trascina il tutto fino ad ottenere 4 o più battute come in figura.

La dimensione della traccia va stabilità in base alla risoluzione del tuo schermo, più è grande più puoi ingrandire il campione di traccia per poter lavorarci meglio.

E’ molto importante centrare bene l’inizio del primo basso, parte tutto da la, più è preciso, più riuscirai a calibrare bene la battuta e in modo preciso.

accoppiare tracce per cambio tempo

Adesso ingrandisci il piano di lavoro con lo strumento zoom e dopo qualche battuta ti accorgerai che i bassi non coincidono, o meglio ingrandisci il flusso di lavoro e fai scorrere la traccia di sotto, quella rimpicciolita, verso la fine, se i bassi coincidono, allunga la traccia da destra finche non troverai i due bassi che non coincidono.

Come vedi in figura i bassi sul punto dove ho posizionato la guida non coincidono.

sync di due tracce con audition

Adesso devi attivare la modalità di dilatazione del tempo per la traccia di sotto, quindi cliccaci col tasto destro del mouse e dal menu a tendina “Dilata” > “Modalità Dilatazione” > “Tempo Reale” .
Fai uno zoom discreto sul basso che non coincide quindi clicca col mouse sull’orecchietta bianca in alto a destra della traccia (la parte finale) e trascina finchè i bassi non coincidono come in figura in modo tale da poterli accoppiare.

sincronizzare una traccia a tempo

Rimpicciolisci adesso il flusso di lavoro e scorri la traccia in basso allungandola sempre di più finche non troverai un’altra imperfezione se ci dovesse essere, in questo caso fai uno zoom e accoppia la battuta come nel punto precedente.

procedura sync audition

In teoria il lavoro su come cambiare il tempo ad una traccia per sincronizzarla alla principale finisce qui, ma se ascolti entrambe le tracce come le hai posizionate adesso, non sentirai un bel risultato, ovvero un passaggio che faccia sentire un pezzo di batteria, quindi dobbiamo creare un passaggio a tutti gli effetti (anche se andiamo fuori tema dell’articolo).

audition e il pitch

La prima cosa da fare è sentire entrambe le tracce ed applicare il classico segno (quello del volume per intenderci) nel punto in cui vuoi fare il passaggio.
In figura ho messo un segno all’inizio dell’outro nella prima traccia, mentre nella seconda traccia l’ho messo alla fine dell’intro, li avverrà il passaggio.

centrare due tracce e sincronizzarle

Avvicinamo quindi entrambe le tracce facendo coincidere in modo grossolano il segno, adesso non dobbiamo fare altro che una semplice procedura di accoppiamento del basso come spiegato in questo articolo .

centrare forma d'onda

Quindi individua il basso più vicino, accoppialo, e mano mano che ingrandisci il flusso di lavoro affina l’accoppiamento.

Ricordati però a priori che devi ascoltare il risultato per stabilire se è stata rispettata la metrica e quindi se non sia stato fatto un passaggio nel mezzo del periodo, in questo caso, sposta l’accoppiamento del basso e ascolta di nuovo il risultato.

Tempo traccia audition

Dopo aver trovato l’accoppiamento, non ti resta altro che gestirti i volumi come se avessi un mixer da dj facendo del fading, quindi usa i punti volume (quelli usati per mettere i segni) e stabilisci l’entrata e l’uscita.

In questo caso ho sfruttato i segni messi a priori, sfumato leggermente la prima traccia, e alzato bruscamente la seconda traccia.

Le tracce che ho usato sono:
Lilly Wood – Prayer in C (Robin Schulz)
Jess Glynne – Right Here (Skream)

Queste sono dritte di base e suggerimenti su come muoverti inizialmente per fare un passaggio semplice dove impiegherai parecchio tempo, ma con la giusta pratica ci metterai pochissimo, credo sia fondamentale l’uso e la conoscenza del software, è un tassello in più alla tua cultura tecnica e uno strumento molto utile.
Mi raccomando però di non parsimoniare sull’attrezzatura, per usare in modo scorrevole il software hai bisogno di un hardware di media fascia ma abbastanza potente.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Quale software di audio mixaggio usi

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.