Chiave armonica relativa


Chiave armonica relativa

Se hai letto bene l’articolo precedente e hai appreso il contenuto, purtroppo devo darti una brutta notizia, il mixaggio armonico funziona se non tocchi il pitch delle canzoni, il chè risulta quasi impossibile nonostante molti generi fanno le canzoni basate tutte sullo stesso pitch, infatti, se vai a modificare il pitch delle canzoni, di conseguenza andrai a cambiare la tonalità stessa della canzone e far saltare tutto il meccanismo di calcolo sulla ruota di Camelot. Tieni presente che basta che tu sposti il pitch del 6% e la tua traccia si sposterà di un semitono, ad esempio se stai suonando una traccia in E (Mi), se aumenti il pitch del 6% ovvero di un semitono la tua traccia cambierà tonalità in E# (Mi Diesis)…
… Ho fatto una gaffe???
Volevo vedere se eri attento. 😆

Ricapitolando

Cambiando il pitch del 6% (5,94631% per la precisione), la chiave armonica di una canzone si sposta di un semitono, quindi se la chiave armonica della tua traccia sarà in A (La) aumentando il pitch del 6% la tonalità si sposterà in A# o Bb (La diesis o Si bemolle), se lo aumenti del 12% la canzone cambierà di un tono, quindi in questo caso la chiave della nostra canzone sarà in B (Si).

Master Tempo

Però non tutto è perduto, infatti, per risolvere il problema, ti basta attivare il master tempo, funzione presente in tutti i lettori cdj e programmi di audio mixaggio che prende il nome di master key o master tempo.
La funzione master tempo, non è altro che un algoritmo che permette di mantenere la chiave originale e quindi la tonalità di una traccia nonostante i cambiamenti del pitch, questa funzione serve se fai dei cambiamenti drastici di pitch della traccia oppure se mentre suoni il brano master, hai l’abitudine di toccare il pitch (lo so, non si può fare ma ci sono le eccezioni, non tutti svelano i propri trucchi).
Quindi se attivi il master tempo, tutto quello che ho detto fino ad adesso non ha valenza.
Sei confuso??? Mi piace confondere la gente.

Chiave armonica relativa

Non tutti suonano con il software o con i cdj, molti non usano questa funzione, oppure non sempre questa funzione potrebbe funzionare, inoltre tieni presente che la funzione master tempo ha la nota dolente di deteriorare la qualità audio di una traccia, e ad ogni modo, bisogna tornare sempre alle origini manuali.
In questo caso, viene applicata la tecnica della chiave armonica relativa (Relative Key), dove per ogni cambiamento devi appuntarti la relativa nota. Tieni presente che questa tecnica vale per cambiamenti drastici del pitch ad esempio da una variazione di 132bpm a 126bpm in quanto il cambiamento di tonalità si sente:

  • Prendi la velocità originale del brano e dividila per 100 (ad esempio 100/132 = 0,75)
  • Per ogni 0,75% di spostamento del pitch corrisponde ad una battuta
  • Andiamo a ricavare il semitono che significa che dobbiamo arrivare a 6% quindi dividiamo 6 per lo sbalzo del pitch, e sappiamo di quante battute dobbiamo incrementare per arrivare al 6% ovvero al semitono, in questo caso facendo 6/0,75 lo spostamento è di 8 battute, quindi 132 – 8 = 124 . La battuta di 124bpm fa scendere di un semitono la traccia, mentre 140bpm la fa salire.
  • Appuntiamo sulla copertina che la traccia a 126bpm suona di un semitono in meno, ad esempio se è in A (La) la tonalità della traccia verrà spostata in G# Sharp (Sol Diesis) mentre a 140 di un semitono in più, quindi in A# (La diesis).

Chiave armonica relativa nel digitale

Per quanto riguarda il software il procedimento è ancora più semplice (l’esempio è fatto con Traktor):

  • Assicurati che dal deck si veda la percentuale del tempo del cambio pitch del tuo brano andando su Preferences > Track Decks > Deck Header da qui assicurati che ci sia “Tempo” selezionato in una linea, altrimenti scegli una linea ad esempio quella bassa “Bottom Row” e seleziona quindi “Tempo” nel primo quadrato che reputi sia libero.
  • Per vedere se la chiave del brano sia stata registrata in Traktor esegui lo stesso procedimento per il fattore “Tempo” appena elencato in alto, ma seleziona la voce “Key
  • Adesso assicurati di avere il pitch fader nel deck, altrimenti cambia layout, dalla sezione global al centro, quindi scegli Layout Mixer.
  • Adesso sposta il pitch e guarda il parametro del tempo, quando raggiunge il 6% guarda il bpm quindi aumenta o diminuisci la tonalità
  • Appunta adesso il valore della chiave armonica in un campo vuoto o che non ti serve come comment

Tutto questo ovviamente serve per muoverti sulla ruota di Camelot nonostante cambi il pitch. Tieni presente che dovresti attenerti ad arrotondamenti del 3% ovvero, se il pitch supera il 3% dello spostamento puoi tenere presente il cambio di tonalità.

Chiave armonica relativa contraffata 😎

In alcuni software è possibile cambiare la tonalità della traccia, questo permette di poter armonizzare il passaggio tra una traccia e l’altra, tuttavia, come per il pitch anche per la chiave vale la regola che non pisogna esagerare con gli sbalzi di tonalità nonostante il software lo consenta

Traktor

chiave armonica relativa traktorPuoi spostare la chiave di una canzone con Traktor agendo sulla funzione Key e ruotando il pomello, ogni 1 punto aumenta di un semitono, quindi 2 punti un tono. N.B. per attivare la manopola devi premere sul tasto a fianco, come per tutte le altre manopole.

Virtual Dj

chiave armonica relativa vdjLo stesso effetto lo troviamo in Virtual Dj a partire dalla versione 7 situato nella sezione “Effects” sotto i Player e la sezione Loop

Per gli altri software ancora questa funzione non è disponibile, se qualcuno avesse modo di scoprire l’integrazione di questa funzione o l’intregrazione di un estensione per il cambio tonalità sui software non elencati, mi farebbe piacere essere avvisato.

Tieni presente che come già ribadito, per cambiare la chiave di una canzone viene usato un algoritmo specifico che comunque porta a deteriorare la qualità del suono della traccia, come anche l’uso del master tempo e non solo sui programmi ma anche sui cdj.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Quale città offre più opportunità di successo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.