Guida per newbie, conclusione


Conclusione per newbie

Come hai potuto notare nei miei articoli non ho trascurato nulla e ho preso in considerazione qualche minimo dettaglio cercando di non tralasciare niente. Tutto questo grazie ad una forte dedizione e soprattutto volontà radicata da tanto tempo ma soprattutto come ho scritto nel primo articolo spinta da una buona dose di passione.
Quello che mi rammarica, che al giorno d’oggi che questa figura viene presa troppo alla leggera mettendola negli inferi di tutte le categorie da remunerare nonostante abbia una buona presenza scenica, anche se a mio avviso piano piano tutti quanti capiranno com’è l’andazzo.

Spesso si vuole diventare dj nel modo più facile e sbrigativo senza passione e con svogliatezza o perché si è visto un amico figo, o in discoteca un tipo pieno di ragazze e via dicendo, o si pensa di esserlo solo perché si ama la musica, ma al giorno d’oggi chi è che non ama la musica?
Penso che qualcuno dovrebbe svegliarsi e rendere di questa figura una vera e propria professione come l’insegnante, l’impiegato o l’operaio, con tanto di attestato riconosciuto a livello mondiale, e formare un professionista vero e proprio. Attualmente che io sappia in Italia esistono solo dei corsi, anzi l’Italia è fondata sui “corsi”…
Nei primi articoli ho sempre cercato di incoraggiarti a spendere meno, anche se nel momento in cui crederai in te stesso e vorrai puntare su te e la tua vera passione spenderai molto di più, ma se così non fosse avrai perso poco, in denaro sicuramente. Per diventare quindi un vero dj avrai bisogno di una forte passione e non di una fiammata, la determinazione è alla base e dovrai capire che non ti basta solo passare senza interruzione le tue canzoni preferite che ascolti tutto il giorno in cuffie, ma saperti muovere dall’inizio alla fine nel tuo campo e saper intrattenere le persone che vengono per divertirsi (e in futuro per vedere te).
Ho scritto quindi degli articoli che riguardano l’attrezzatura, su come gestirla e collegarla, ho sezionato la tecnica fondamentale per passare da una canzone ad un altra per non lasciare nulla in sospeso, potrebbe risultare snervante, ma col tempo capirai a cosa potrebbe servire avere ottime basi dettagliate per affontare ogni ostacolo.
Spero che se tu stia leggendo questo articolo ne avrai letti altri, e questo significa che sei una persona determinata e piena di volontà, ed è già un segno positivo, è molto difficile trovare qualcuno che si dedica a fondo per raggiungere i suoi obiettivi in questa era dove tutto si vuole ottenere subito e facilmente, e pensare che un tempo bisognava sudare di fronte ad un paio di giradischi e spendere tanti soldi poi senza certezze, mentre oggi è tutto più semplice.
Ho quindi cercato di spiegare le tecniche di base servendomi della parte positiva che offre la tecnologia quindi scegliendo un paio di lettori, ma anche un controller (che sconsiglio) e ribadendo sempre il fatto che la manualità forma il vero dj come nel caso dei giradischi.
Avrai fatto adesso tutti i tuoi esercizi e tutte le tue prove, forse avrai avuto pochi risultati, ma ti ho già anticipato che non è facile avere subito risultati eccellenti, inizialmente sarà tutto sovrapposto ed incomprensibile, però nel corso del tempo inizierai a capire e a perfezionarti finchè vedrai arrivare i risultati, ricordati che qualsiasi cosa fatta bene ha bisogno del suo giusto tempo. Inoltre per alcune cose c’è chi è più portato e chi di meno, ma questo non vuol dire che bisogna abbandonare se non fai un mix perfetto. Ci sono persone che difficilmente prendono la battuta anche dopo anni di carriera, e nonostante ciò sono dei grandi professionisti, come del resto, i precisi che ancora stanno in garage a provare. Non è questione di battuta ma è questione di come bisogna muoversi, quindi non disperare se tutto non è perfetto.
Per concludere, essendo arrivato a questo punto dovrai iniziare a capire le canzoni da mixare e dove agganciare il mix, quindi studiare le tecniche di mixaggio. Dovrai allora iniziare a scegliere un tuo orientamento e la giusta attrezzatura, capire se ti piace suonare nei club o se vuoi andare a divertire il tuo pubbluico nei villaggi turistici, se vuoi andare sempre ingiro, oppure se vuoi dare spettacolo con un paio di giradischi. A questo proposito dovrai scegliere la sezione giusta del mio blog e continuare a leggere. Buon proseguimento.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Quando vai a suonare cosa porti di solito

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.