Il beatmatching, è necessario eseguire la tecnica perfetta?


Beatmatching, conviene farlo bene?

Il Beatmatching è la tecnica che consiste nel sovrapporre due (o più) tracce sincronizzando sia la battuta che il tempo. Questa tecnica se usata bene permette di passare da una canzone all’altra senza fermare il brano e senza fare accorgere il pubblico del cambio canzone, d’altro canto, se fatta male, si potrebbero sentire dei lievi accavallamenti tra i bassi, se non peggio un disastro totale di bassi che si accavallano tra di loro in modo confuso, detto in gergo italiano “fa i cavalli” o in gergo inglese “trainwrecking” (il rumore che fa il treno).
Partiamo dal presupposto, che un dj su dieci passaggi, su più di uno combina un disastro non è un dj che può intrattenere un pubblico, e quindi parliamo di quel tipo di dj molto disinvolto, o poco abile nel calibrare i brani, anche questa è una figura professionale. Spesso tra un brano e l’altro si sentono i bassi che sforano leggermente e già tu sotto la consolle avrai appuntito lo sguardo e aguzzato le orecchie!

Vorrei pero puntare il dito su questa categoria, ma nello stesso tempo spezzarne una lancia a favore, in quanto, il beatmatching ad ogni modo innanzi tutto è una tecnica in cui bisogna comunque avere una certa dote per portarla precisa, ma d’altro canto, oggi con le nuove tecniche di mixaggio e l’aggiunta di tecnologie nuove, il beatmatching viene praticato sempre di meno, parliamoci chiaro, quando esisteva solo il vinile e non esisteva il beatcounter e tanto meno il display che ti indica lo spostamento del pitch, il beatmatching veniva praticato ogni santissimo giorno ed essendo il pane quotidiano del dj volere o potere, veniva portato un passaggio come si deve, senza sapere se la battuta coincideva visto che non c’era nessun display, ma solo orecchio e polpastrelli. Oggi vedo tanti djs che provengono dal vinile portare un passaggio non proprio fatto in modo perfetto, io mi aggiungo tra questi. Allora che bisogna fare? Non siamo professionisti o dobbiamo appendere i giradischi in soffitta?
Io sarei il primo ad appenderli, ma poi guardo i video su youtube di djs famosi con tanto di apparecchi tecnologici che fanno delle gaffe tremende e mi sento consolato! 😉 Quindi da questo si può evincere che alla fine non conta la perfezione, ma conta la giusta professionalità, alla fine sotto non troverai mai nessuno che ad ogni passaggio ti darà un voto, ma solo un altro “dj” che storcerà lo sguardo appena si sente una sforatura millimetrica e dirà “Quanti cavalli!” ma tu stai sotto ed io sopra.

Per finire come accennato sopra, oggi i passaggi vengono fatti con tecniche svariate, tagliando la canzone o con beatmatching che durano sulle quattro battute dove la sforatura nemmeno si percepisce, inoltre vengono usati i loop che per la loro natura portano alla sforatura in automatico, e quindi devono essere corretti manualmente o con l’aiuto delle varie funzioni, poi aggiungiamo la ciliegina sulla torta parlando del tanto odiato ma usato sync che ci viene in aiuto, spesso viene usato dall’inizio alla fine della serata, spesso viene usato giusto per trovare la battuta (half sync), o può essere usato in caso di errore accidentale (ti salta la traccia, il coglione di turno tocca qualcosa ecc…), per quanto possa avere la mentalità aperta eticamente scoraggerei l’uso del sync nel primo caso, a mio avviso ci sono già troppi aiuti tecnologici ma dovuti per portare avanti la baracca. Alla luce di tutto ciò è sempre importante praticare sempre il beatmatching ma è meno importante praticarlo alla perfezione maniacale.

Ultima ipotesi si tratta della diversità dei brani, non solo a livello di differenza abissale di battuta o di genere, ma anche di composizione ritmica della traccia. Alcune tracce sono terzinate o hanno il basso in levare, e se mischiate con tracce di natura diversa comportano in genere un effetto simile alla sforatura delle tracce, ma in questo caso è una sforatura che va a tempo o a limite in controtempo, ma sembra sempre una sforatura, questo è un caso ovviamente che va escluso ma si tratta della tua abilità nel mischiare le tracce, puoi vedere questo capitolo per prendere qualche spunto.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!


Iscriviti al periodo di prova gratuito di Amazon Prime video che ti permette di guardare film e serie TV in streaming su PrimeVideo.com, incluse le serie TV di successo come American Gods, The Grand Tour e The Man in The High Castle.

Condividi l’articolo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

News

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Qual’è l’attrezzatura più usata da un dj in discoteca:

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.