Pioneer svela un nuovo prototipo di giradischi al Musikmesse 2014

Pioneer svela un nuovo prototipo di giradischi al Musikmesse 2014

13 marzo 2014 0

Il nuovo giradischi Pioneer!Pioneer-giradischi

La Pioneer ha presentato al Musikmesse 2014 a Francoforte un prototipo di giradischi simile al famoso Technics sl-1210 tenuto in un vetro di cristallo girevole con un piccolo tip nero che ricopre il nome del modello, mentre la marca viene evidenziata in modo sobrio sullo slipmat.
Nonostante non si vede il modello vorrei azzardarmi a dargliene uno che seguendo lo standard adottato dalla Pioneer potrebbe essere “Tdj”.
Da quel poco che si è potuto intravedere possiamo notare subito il tasto per fare partire il disco che ha la forma simile alla nota serie dei cdj 900/2000, mentre non manca dall’altro lato la scelta furba di mettere il riduttore per i 45 giri, che potrebbe essere un comodo vano per i noti controller molto usati in circolazione, parlo dei Novation Dicer.
Il tasto di accensione è a forma di torretta circolare come nel caso dei Techincs ma dubito che l’innesco sia a rotazione, ma con la pressione del pulsante, mentre i pulsanti per la selezione dei dischi (33/45 giri) sono di forma standard rettangolare.
Il vano luce targhet è anche simile al Technics ma di colore uguale allo chassis, potrebbe non essere a comparsa ma si accende premendo il tasto posizionato al fianco, il pitch ha il colore identico allo chassis è ha la stessa funzione integrata che troviamo nei modelli più evoluti che permette di resettare la velocità del disco, il famoso pitch reset.
Infine sopra il pitch abbiamo l’opportunità di regolare il range di precisione con tre valori 6 / 8 / 16 % .
Per quanto riguarda il gruppo del braccio si può subito notare la cromatura del braccetto, mentre per quanto la base della torretta possa essere simile al Technics, gli altri elementi sono abbastanza diversi, ma si somigliano molto con quelli adottati dalla Reloop, tutti sappiamo quanto è difficile calibrare le giunture sulla torretta di un Technics, avranno sfruttato questo inconveniente rendendo un meccanismo più affidabile e meno sofisticato? Il contrappeso è cromato in tinta con il braccetto, sia il meccanismo antiskating che quello per sollevare il braccetto sono simili al Technics.
Per finire il volano e lo chassis sono identici a quello di un Technics con i piedini regolabili, dove vi sono incassati i connettori rca e un uscita usb.
Il colore proposto in questo caso è il nero lucido come la serie di cdj sopra elencata con le luci a led di colore blu intenso.
E’ presente un foro tipo un entrata jack da 6.3 vicino la torretta, ma dalla parte interna verso il volano, questo foro è presente anche in diversi modelli della Stanton e Vestax.

I motivi perché Pioneer ha deciso di lanciare un giradischi:

 

  1. Pioneer ha deciso di lanciare un giradischi perché alcuni dei suoi prodotti sono orientati all’uso di Serato e Traktor, come i mixer con scheda audio integrata, che potrebbero andare bene per chi usa i cdj, ma chi vuole usare i giradischi, viene costretto a scegliere un altro brand e quindi Pioneer perde un potenziale cliente/user;
  2. Inoltre visto che la Techincs lascia una piccola fetta di questo mercato la Pioneer ha voluto sfruttarla, e visto il successo avuto dal ddj-sx presentato in ritardo rispetto all’evoluzione dei controller, hanno deciso di ritornare carichi da questa esperienza;
  3. Il giradischi ormai viene usato per la maggior parte come DVS e i software più usati sono di terze parti come il Traktor e il Serato, ma Pioneer ha prodotto Rekordbox che attualmente ha la funzione di una libreria per gestire i file musicali, ma questa potrebbe una buona occasione per rendere questo software ancora più funzionale e strutturato, dove si avrà la possibilità di comandare Rekordbox tramite i vinili.
  4. I dj suonano il giradischi, molti lo suonano e sono tanti e Pioneer avvendo sempre il concetto orientato a cd/rekordbox/usb ha voluto semplicemente spuntare un’altra casella come ha fatto con i controller che hanno riscontrato un ottimo successo, adesso vuole fare lo stesso con i giradischi.
  5. – Il giradischi è lo strumento più figo in questo momento, la ragione che attira tutti un po’ più facilmente e tende a far ragioneare con un concetto dove il mezzo sofisticato ed evoluto richiama quello ususale, come gli sponsor che fanno le case costruttrici di automobili berline sulle macchine da Formula1.

Da questa notizia sono rimasto spiazzato, anche perchè credevo che Serato avrebbe acquistato il brevetto Technics e prodotto un giradischi tutto suo, visto che la tecnologia Serato è orientata per la maggior parte sul giradischi.
Speriamo presto di avere notizie definitive su questo prototipo anche se la concorrenza è molto ampia, e visti i prezzi che ha sempre imposto Pioneer, sarà una bella battaglia.
Questi giradischi vengono paragonati ai Reloop Rp-8000 di cui non vedo nessuna somiglianza, più che altro li affiancherei al modello Rp-7000, tuttavia, la scelta è stata molto furba rispetto a Reloop dove la Pioneer non ha integrato nessun controller midi, alla fine uno il controller se lo sceglie a parte, tenendo presente che esistono signori mixer con tanto di tasti midi e controller.
Inoltre ci farebbe piacere anche se dichiarassero qualche piccolo valore come la trazione il wow e il flutter.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nessuna risposta.

  1. Anonymous ha detto:

    Ma in tutto questo, quando sarà messo in vendita????….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *