Parametri Mixxx, Latenza, Frequenza di campionamento, Audio API

Parametri Mixxx, Latenza, Frequenza di campionamento, Audio API

24 ottobre 2015 Digital Djing Mixxx 3

Parametri Mixxx: Latenza, Frequenza di campionamento e API Audio

In alcuni casi Mixxx non funziona come dovrebbe, dando dei problemi di rallentamento o instabilità del computer stesso, e spesso si da la colpa al software o al computer quando si è ignari che il problema potrebbe essere causato da una cattiva regolazione delle impostazioni.
Ovviamente quando si tratta di software, la base principale è correlata al computer che se è lento e sovraccarico, può essere la causa principale di instabilità, quindi regolando le impostazioni della scheda audio, potresti capire quale sia la causa del problema.
Quindi le impostazioni di Latenza, Frequenza di campionamento e Api Audio, determinano fattori di reattività del computer e di qualità audio, quali caratteristiche sono legate alla qualità del computer e della scheda audio.

Latenza

La latenza è il tempo di ritardo espresso in millisecondi necessario per l’elaborazione dell’input dell’utente da parte di Mixxx. Praticamente il tempo che intercorre quando compi un azione sul tuo controller e questo la trasmette tramite dati a Mixxx che la elabora e la restituisce, detto ancora più “terra terra”, quando tu sposti la jog o quando premi un tasto della tastiera, il software deve compiere subito il gesto che hai fatto, se si ottiene un ritardo, significa che la latenza è abbastanza alta. Ad esempio, un valore di latenza di 36ms indica che ci vorranno circa 36 millisecondi per far partire l’audio dopo la pressione del tasto play (come esempio). Inoltre il valore di latenza indica il tempo di reattività del tuo sistema operativo, più la latenza è bassa, più il tuo sistema operativo ha un’ottima reattività, ma il tuo computer deve avere una buona configurazione hardware in grado di poter gestire un vaolre basso di latenza, pena il rischio di causare instabilità del sistema operativo e di Mixxx stesso che riprodurrà un segnale audio distorto e discontinuo in quanto non riuscirà a tenere il passo con la frequenza di campionamento impostata in fase di elaborazione dell’audio.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

3 risposte

  1. Sabino ha detto:

    Grazie Dario!
    Il solito ottimo lavoro.
    Utile,comprensibile e preciso!

    Sai che ti apprezza e segue!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *