Play the next level


Questo spot mi ha sempre emozionato, all’epoca c’era un calciatore che aveva qualcosa in più rispetto agli altri, dove inizia a giocare con una squadra “della domenica” e si ritrova dopo un percorso pieno di glorie ma tanti ostacoli a giocare in una squadra di serie A per arrivare ai Mondiali. Play The Next Level!

Questo motto dovrebbe essere il motto di tutti i vincenti, ma come sappiamo i veri vincenti sono quelli nati svantaggiati o quelli che hanno dovuto affrontare tantissimi fallimenti prima di essere dei veri vincenti, come ci sono stati grandi talenti che hanno avuto tutto a portata di mano, questo non è da escludere. Ma sono del parere che “sono le cose peggiori a rendere le cose straordinarie” [visto che siamo in tema di Spot].

Arriviamo al nocciolo e facciamoci quattro calcoli osservando come stanno le cose:

  • Quanti ragazzi ormai seguono la stessa scia, tanti ragazzi che con un computerino e un programmino fanno una canzoncina da mettere su beatport a quattro soldi;
  • Quanti ragazzi che portano le pennette nei club e si propongono per suonare a quattro soldi;
  • Quanti ragazzi che portano i propri controller nei locali per suonare, e guarda caso diventano quattro ragazzi che suonano in una serata per un totale di quattro controller trovandoci la consolle allestita come uno shuttle americano;
  • Quanti ragazzi che seguono lo stesso iter evolutivo “per diventare qualcuno” o “per diventare un dj famoso”, quindi compro attrezzatura “starter pack” o c’ho i soldi e quindi i “Nexus” poi mi faccio il “pezzaccio”, poi mi faccio la fan page, invito “i miei parenti, l’amica di mia sorella, i miei compagni di classe”, mi faccio l’immagine, la pubblicità, ci metto i soldi ma poi alla fine ho i risultati.

Siamo diventati cloni della società. Tutti con il ciuffo e i risvoltini, tutti con i tatuaggi perchè ce li ha il giocatore di pallone o quella di Amici, ma nessuno pensa che ormai avere il braccio pieno di tatuaggi non fà più la differenza, quasi quasi la differenza la farebbe un corpo senza nulla addosso, avrebbe tanto da affascinare un corpo ben curato, che un corpo scarabbocchiato senza senso solo per tendenza, inventando le storie più assurde che parliamoci chiaro, ci fa comodo crederci perchè ci fa sentire meglio.

Spesso i miei lettori mi chiedono dei pareri o dei miei allievi mi chiedono delle spiegazioni, ma anche dei “cazzeggiatori occasionali” che spesso rimando allo stesso modo tutti nella lettura di alcuni articoli del blog, giusto per “parlare la stessa lingua”, ma noto che pochissimi di loro li leggono, infatti non c’è tempo per leggere, e soprattutto le solite stronzate, e purtroppo i blog sono molto fuorvianti elusivi e pieni di stronzate, ammetto che anche io quando leggo un articolo su un blog lo leggo velocemente e a volte salto paragrafi pechè vorrei arrivare subito al dunque e perchè si “allunga il brodo”, ma la mia filosofia è quella di arrivare subito al punto, non credo di aver annoiato nessuno che vuole davvero imparare.

Se hai avuto la tenacia di aver letto fino a qui, sto per svelarti il segreto per diventare qualcuno, quindi come già detto in primo luogo devi uscire fuori dagli schemi, un vero dj suona con quello che ha, che di norma è una consolle professionale o semi professionale, non porta la sua attrezzatura da casa. Un dj sa come gestire tutte le situazioni anche in maniera folle, ma l’importante è uscirne. Un vero dj sa gestire tutte le situazioni più esasperate con vera pazienza, ti è mai capitato il rompicglioni di turno che ti chiede insistentemente il pezzaccio fuori luogo? No? Perchè sicuramente tu sei già partito da grande dj da club life.
Un vero dj non sta a perdere tempo con le stronzate che si dicono i grandi dj tra di loro o con le vicende della club life ma si aggiorna su argomenti che lo arricchiscono e lo migliorano culturalmente e tecnicamente. Soprattutto un vero dj studia come essere un passo più in avanti rispetto agli altri. Questo è il segreto per poter arrivare prima degli altri, anche a costo di farti fregare per tutta la vita, ma se l’obiettivo è arrivare primo al traguardo, non esistono scusanti che ti fermano dal tuo obiettivo.

Non mi sono mai espresso in modo chiaro, perchè se fossi stato realmente chiaro avrei messo troppe strane idee alla gente e magari alimentato troppe menti malate, ma credo che cogliendo il significato centrale di questo articolo riuscirai a capire in quale verso dovrai muoverti. Con questo posso annunciare alcune evoluzioni sul mio blog che ti aiuteranno facilmente a raggiungere il tuo obiettivo che consiste nel distinguerti dalla massa.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Qual'è il tuo lato creativo da dj

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.