Puntine per giradischi, pulizia, cura e manutenzione


puntine per giradischi, pulizia e manutenzione

Puntine per giradischi, pulizia e manutenzione.

Nell’articolo dedicato alle puntine per giradischi, ho illustrato i tipi più comuni di puntine per dj, che siano per club o per scratch, le puntine non sono eterne ed essendo un oggetto meccanico, sono destinate ad usura e a sporcarsi, e come sappiamo lo sporco implica molto sul funzionamento dei mezzi meccanici, soprattutto sulle puntine, le quali sono molto delicate.
La puntina scivola sul solco del disco e questo movimento fa si che nel tragitto raccolga tutto lo sporco accumulato sui solchi del disco, che per natura attira sia la polvere volante, sia lo sporco trasmesso dalle dita e sia altro tipo di sporco occasionale. Questo movimento è simile ad un dito passato tra una piastrella e l’altra del pavimento, a fine piastrella troverai il dito nero (anche col pavimento appena pulito).
Una puntina sporca provoca innanzitutto la possibilità di saltare da un solco all’altro e quindi mancanza di stabilità, anche se minima, successivamente incide molto sulla qualità sonora del disco, se suoni un disco in vinile con una puntina sporca sentirai proprio il rumore della polvere, o meglio tipo come se stesse friggendo una padella delle patate con dell’olio di dentro (più o meno, visto che non sono bravo in cucina), mentre se usi un vinile in timecode, usato per interfacciare il giradischi al software di controllo, sentirai la traccia nel notebook che ti salta a scatti come se fosse impazzita.
Comunque vada, se arrivi a questo punto significa che hai i dischi sporchissimi, che la puntina è incrostata, o che non hai tanta cura delle tue puntine, e dei tuoi dischi.
La pulizia delle puntine è semplicissima e non richiede tanto impegno, non va fatta sempre, ma in base allo stato (anche di usura) in cui si trova puntina.

pulizia puntine semplice

Il gesto più comune per pulire una puntina al volo, è quello di infilare un dito sotto lo spillo e strisciare in verticale, ovvero seguendo il movimento del disco, come se la puntina stesse solcando il tuo dito al posto del disco, questo serve a rimuovere parecchia polvere e puoi farlo in qualsiasi momento, anche tra un cambio e l’altro del disco, per pulire la puntina, e consigliabile ancorare il braccetto nella sua sede, passare il dito e sganciarla, sembra più complicato, ma in realtà è un modo più rapido perché più efficiente. Fai però bene attenzione a passare il dito in modo verticale e non orizzontale, potresti danneggiare lo spillo e il suo supporto.

puntine semi pulite

Anche se una puntina viene pulita lo sporco attorno allo spillo rimane sempre, come contrassegnato dalla freccia rossa

Nonostante ciò, per pulire una puntina non basta strisciare di frequente un dito sotto lo spillo, non servirebbe a togliere lo sporco più duro che si incrosta tra i bordi della puntina, si calcifica e quindi la rimozione con il primo metodo diventa sempre meno efficace, se vedi nella figura soprastante, ti accorgerai che lo spillo è sporchissimo soprattutto ai lati, nonostante sia stato pulito passandovi un dito di sotto.

Spazzola puntine

Una soluzione abbastanza efficace per pulire le puntine, sta nel procurarsi uno spazzolino piccolo a setole morbide e lunghe come quello in figura, e farlo passare sempre con movimenti verticali sullo spillo, in pratica sostituisci il dito (dell’esempio precedente) allo spazzolino, non è necessario sganciare tutta la conchiglia per pulirlo, ma io ti consiglio di farlo ogni qual volta tu abbia la possibilità, anche perché potresti andare a spazzolare anche le zone della testina vicine lo spillo, senza ovviamente toccare lo spillo, insomma potresti spazzolarla tutta. In alcune puntine, questo spazzolino viene dato in dotazione.

Strofinare puntine per pulizia

Quando le puntine sono nuove è molto facile togliere lo sporco per via della finitura del materiale diamantato che non permette le incrostazioni, ma soprattutto se si ha molta cura di non fare incrostare lo sporco, la pulizia delle puntine con lo spazzolino è il metodo più efficace in questo caso.
Purtroppo nulla è eterno, e lo sporco mano mano deteriora le protezioni e si accumula in modo permanente anche se quasi invisibile, e con le puntine già usurate, non basta più lo spazzolino ma ci vuole un metodo leggermente più impegnativo e che non tutti sanno.
Questo metodo lo spiega QBert nella Skrtach University (DIY Skratching V1) dove è necessario smontare entrambe le conchiglie, avvicinare gli spilli tra di loro e far strofinare i bordi degli spilli tra di loro in modo tale da rimuovere lo sporco, come illustrato in figura. Ovviamente per fare ciò devi metterti sotto una buona luce e avere un’ottima visibilità visto che è un lavoro molto delicato e certosino, ma non lungo e chirurgico sicuramente.
Prendi quindi entrambe le conchiglie delle puntine in mano e fai strofinare lo spillo della puntina di sopra allo spillo della puntina di sotto, controlla se è pulito, quindi fai una passata con lo spazzolino, altrimenti continua a strofinare entrambe le puntine. Ripeti questa procedura capovolgendo le puntine in modo tale da pulire l’altra con lo stesso metodo.
Adesso monta le puntine e prova su un disco se hai fatto un ottimo lavoro.

Manutenzione

puntine manutenzione

Le puntine non richiedono tanta manutenzione, tranne che una pulizia accurata di tanto in tanto. Le puntine a becco a maggior ragione non hanno bisogno di manutenzione, sono state progettate per facilitare la vita al dj.
Le puntine headshell nonostante siano più efficienti sono più delicate sia nella pulizia che nella manutenzione, mentre le puntine a becco essendo un corpo unico puoi in teoria spazzolarle come vuoi, quelle headshell invece vanno spazzolate in un certo modo come spiegato sopra. Il motivo di tutto ciò sta nel fatto che lo spillo è sorretto da un corpo fragilissimo, che potrebbe piegarsi facilmente se forzato dalla sede.
A questo proposito, è molto importante controllare questa parte della puntina, se è storto o piegato, inizia a prendere provvedimenti per la sostituzione perchè la puntina oltre a lavorare male potrebbe rompersi e di conseguenza rigare il disco. Inoltre come puoi notare dalla freccia rossa in figura, gli stili delle puntine presentano un piccolo rialzo arrotondato, questo oltre ad essere una specie di sicurezza per una puntina che si spezza è il primo elemento arrotondato che entra a contatto con il disco in caso di rottura, o comunque protegge lo spillo da un eventuale colpo sulla testina che andrebbe a schiacciare tutta la puntina sul disco, inoltre rappresenta come un livello per cui il corpo dello spillo deve stare più alto rispetto al segno, se così non è ovvero se lo spillo è più basso rispetto al segno, significa che la puntina è stata forzata (non solo accidentalmente, ma anche applicandovi un peso aggiuntivo troppo pesante, che è sbagliato) e quindi va portata sopra il livello. Per fare ciò, basta alzarlo delicatamente finchè superi abbondantemente il livello, puoi usare anche una paletta per il gelato o un pezzo di plastica dura, l’unico accorgimento è che devi fare piano e usare la massima cautela.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Quanto dura solitamente un passaggio tra una canzone all'altra

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.