Software di audio mixaggio


traktor dj

Software di audio mixaggio

Prima di parlare del software di audio mixaggio che molti già conoscono, vorrei aprire un piccolo discorsetto morale:
—Inizio —
Il software di audio mixaggio nasce dalla tecnologia, e come per tutte le cose se usata o interpretata male va a rovinare la morale in cui viene usata.
Un software spesso viene inteso come la via più facile per svolgere un compito, così come un software di audio mixaggio che ti mixa le canzoni viene inteso come la via sbrigativa per mixare due canzoni e soprattutto quella più economica e di conseguenza per iniziare, ma questo, infondo diventa un “gioco sporco e losco” nato da una voglia di protagonismo senza un briciolo di passione, impoverendo l’anima essenziale della vera figura che svolge il suo lavoro con passione.
Quanto cosa un pc da quattro soldi?
Quanto costa un programma? lo vuoi craccare?
Quanto costa una canzone? la vuoi scaricare?
“Anche io suono con il software, ma se qualcuno si avvicina e mi dice sei un perdente che suona con il virtualdiggei, io gli rispondo: – perché non vieni nel mio studio così ti faccio divertire un po’ con una vera attrezzatura da dj?”
Con questo vorrei dire come ribadito in precedenza che un software deve essere un estensione del vero dj e non un pretesto per prendere la strada più semplice e sbrigativa per fare un mestiere che infondo infondo non ti appartiene.
—- fine —

Il software di audio mixaggio, è un programma da installare su un computer che abbia installato un sistema operativo OSX, Windows, o Linux, che permette la gestione di due (anche tre o quattro) tracce musicali. La struttura di un software di audio mixaggio è simile a quella di una consolle analogica, un giradischi o un cdj viene inteso come deck virtuale contrassegnato da una lettera, ad esempio il cdj di sinistra viene contrassegnato generalmente come Deck A.

Virtual dj 8 decks

Decks

Ogni Deck contiene la traccia come un cdj con i comandi essenziali per far partire la traccia, farla avanzare o rallentarla come per il bending in un comune cdj. Oltre alle funzioni di base, abbiamo le funzioni per il loop e quelle per i cue come gli hot cue nei cdj o i markers per i vinili, spesso ci sono funzioni che permettono di scorrere la traccia per gli hardware che non hanno la jogwhell ma bensì l’encoder, o i pulsanti.
Tra i decks si interpone il mixer come nella maggior parte delle consolle analogiche sta sempre nel centro, questo ha le classiche funzioni di un mixer banale con i vari controlli a fader e knob, la peculiarità del mixer in un software di mixaggio audio sta nel fatto che ha funzioni qualitativamente elevate pari ad un mixer di fascia alta, infatti troviamo i filtri e la possibilità di inserire effetti, ma soprattutto la possibilità di impostarlo con le caratteristiche dei migliori mixer in commercio che hanno introdotto funzioni e prestazioni particolari, come filtri effetti e tagli di frequenze, tuttavia il risultato è legato molto al tipo di hardware che si sta utilizzando per il controllo del software di audio mixaggio.

cross dj header

Header

In un software di audio mixaggio troviamo sempre un reparto che contiene tutte le funzioni di controllo come la gestione delle caratteristiche e funzioni generali del programma quali ad esempio la funzione “Quantize” da attivare o meno, impostazioni per gli effetti e registrazione, e spesso vi viene incluso un pannello che tiene d’occhio lo stato del sistema e le caratteristiche, con eventuali avvisi di carenze o malfunzionamenti, nonché l’accesso alle impostazioni del programma.

Mixxx browser

Browser

La parte sicuramente più indispensabile e indubbiamente che faccia la differenza è la parte del browser. Questo pannello contiene tutte le tracce sia disposte nelle tue memorie fisiche del pc, che ordinate secondo criteri che puoi stabilire tramite il software di audio mixaggio, questo significa che potrai catalogarti le tracce come ti pare e piace sia per genere che per album o creando una playlist. Immagina questo lavoro rapportato ad una realtà fisica, dove dovresti usare le borse pesanti ed ogni volta rimettere i dischi o cd in ordine, ma soprattutto durante una serata non ti ricordi dove hai messo quel brano che ti hanno chiesto o che ti è venuto in mente. Credo che questa sia l’utilità maggiore di un software espressa in praticità di trasporto, comodità di gestione della musica e velocità nella ricerca.

Riassumiamo quindi le parti fondamentali di un software di audio mixaggio:

Pannello gestionale Header Cervello – Controlla le impostazioni e le funzioni attivate, gli effetti, lo stato del sistema. In una consolle analogica sono tante funzioni sparse per la consolle che dovrai tenere d’occhio e impostare da te.
DeckCuore – Gestisce l’andamento delle tracce musicali, puoi manipolarle con funzioni, aggiungervi punti e informazioni, puoi controllarne la sua esecuzione. In una consolle analogica è tutto ciò che serve nella riproduzione della canzone, come un cdj o un giradischi.
BrowserMotore – Contiene tutte le tracce presenti in un supporto fisico che sia interno o esterno, da la possibilità di catalogarle e di reprirle secondo alcuni criteri. In una consolle analogica sono le borse che contengono i tuoi dischi o cd.

Relazione con l’hardware

Il software in se stesso grazie ad un team di sviluppo garantisce una buona funzionalità ed efficienza, ma quello che va a portare avanti questi fattori è l’hardware, espresso sia in termini di controllo che di qualità audio. E’ vero che tanto tempo fa con due giradischi è un mixer gracchiante si facevano le signore feste, ma oggi le cose sono cambiate, si ha bisogno di un margine di qualità. A questo proposito vorrei sconsigliare la manifattura hardware di scarsa qualità, come controller malfunzionanti, e simili a giocattoli, schede audio di qualità inferiore, notebook di vecchia generazione il tutto allo scopo di risparmiare. La passione richiede impegno e dedizione, non puoi prendere le cose alla cazzo di cane e come va va, questa non si chiama passione, ma si chiama cazzeggio, molti spendono soldi ai vestiti e a scaprette di calcio e poi risparmiano i soldi comprando i controllerini da quattro soldi, non aggiornano i software e prendono le canzoni da youtube, credo che dovreste continuare a fare gli pseudo giocatori di calcio a questo punto.
Non è detto che un software che sia efficiente in se stesso significa che puoi accoppiarci quello che vuoi, a prescindere dal fatto che un software non va usato per fare il lavoro al posto nostro, ma per facilitarci la vita compiendo alcune operazioni che potrebbero essere scontate in determinati momenti arricchendo la nostra possibilità di creare.

Attualmente il sistema operativo più stabile ed efficiente per ospitare un software di audio mixaggio è OSX, anche Linux ha una buona stabilità, ma presenta molti problemi nella configurazione delle periferiche e non è compatibile con tutti i software di audio mixaggio.

I maggiori software di audio mixaggio più usati:

Linux

  • Open Source – Mixxx (Funziona anche con le altre piattaforme cross-platform)
  • Sourceforge – DjPlay
  • UltraMixer Digital Audio Solutions GbR – Ultramixer (Funziona con le altre piattaforme cross-platform)

 

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

E' giusto spendere tanti soldi per l'attrezzatura?

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.