Timecode Hacks, mixer incassato nella consolle


Scheda audio e mixer incassato

Quando vai ingiro non sai mai cosa ti potrebbe capitare, soprattutto se è la prima volta che entri in un locale per suonare e non sai come è strutturato. Come ho ribadito in molti articoli, sarebbe una buona pratica informarsi dal gestore che tipo di attrezzatura si trova nel locale, e dal momento che ti venga fornita una scheda tecnica che sia verbale o scritta, potresti stare tranquillo, ma nessuno ti dice come sono disposti i pezzi. Può capitare il caso che in qualche club potresti trovare i due lettori cdj con il mixer incastonato nel banco consolle che non ti permette di accedere alla parte posteriore del mixer, o in alcuni casi potresti accedervi da sotto o peggio se potresti accedervi, gli addetti all’impianto o manutentori non te lo permettono.
Ovviamente potrebbe essere un caso abbastanza raro trovare questo tipo di situazione, ma non impossibile, potrebbe venirti da pensare che si trova in un club vecchio, o comunque un club ristrutturato interamente eccetto che la parte della consolle, ma non devi dare nulla per scontato al caso.

Dove sta il problema?

Ovviamente nella maggior parte dei casi di questa situazione non te ne può fregar di meno, soprattutto se suoni in modo classico, con i cd, con le penne usb o giradischi, non te ne può fregar di meno anche nel caso in cui i lettori abbiano una scheda audio integrata all’interno in quanto non hai bisogno di toccare il mixer e ti basta solo fare un collegamento usb dai lettori cdj al tuo computer.
Invece in alcuni casi, anche questa volta rari ma non impossibili, in cui si può verificare che dovresti mettere le mani al mixer quando:

  • I lettori cdj non si configurano in modalità link (per essere collegati al computer), e questi sono i casi più frequenti,
  • Devi collegare un hardware diverso dal cdj come un controller, altro caso abbastanza frequente,
  • Caso meno frequente, se trovi un tipo di lettore cdj datato.

Tutti i casi appena illustrati indicano l’utilizzo di una scheda audio esterna, infatti se sei abituato a lavorare con il computer collegandolo nelle varie consolle di diverso tipo, il consiglio primario che possa darti è quello di acquistare una scheda audio per il timecode, può capitare come già accennato che la scheda audio di uno o più lettori cdj non si configura al tuo computer, quindi devi giocarti il jolly togliendo dalla borsa la tua scheda audio e collegarla in modalità timecode.

Timecode Hacks con mixer incassato nella consolle

Vediamo adesso come ovviare al problema del mixer incassato nella consolle. Come ben sai, se sei abituato a fare i collegamenti in timecode di norma per fare la procedura di collegamento dovesti accedere al mixer, perché come già spiegato, è la scheda che ne gestisce il flusso di dati tra tutti gli elementi, anche se il mixer ne gestisce la mandata audio. Non è detto però che bisogna per forza accedere al mixer soprattutto se suoni con due decks e al mixer sono collegati almeno due decks, l’importante e riuscire ad accedere alla parte posteriore dei cdj che di solito viene sempre lasciata scoperta per motivi di surriscaldamento del cdj stesso, in definitiva il lettore non viene mai incassato nella consolle, quindi a questo punto non ti resta che scollegare in modo provvisorio il cavo rca che porta il segnale al mixer, quello standard per internderci.

Prima di procedere:

Ovviamente non puoi andare a mani vuote quindi se ti rittovi in una situazione analoga devi avere due tipologie di cavi

  • 2 Rca / Rca Maschio Mascio, lo standard usato per il collegamento degli elementi per intenderci
  • 2 Rca Maschio / Rca Femmina, lo stesso cavo appena elencato ma con la differenza che una parte è maschio, mentre l’altra è femmina.

Oppure

  • 2 Rca / Rca Maschio Maschio
  • 2 (o 2 coppie singole) raccordo rca femmina, che servono a fare da prolunga ai cavi collegandone gli elementi maschi tra di loro.

Procediamo:

collegamenti mixer incassato nella consolle

1. Cavo rca / rca maschio mascio. Parte dall’uscista del cdj (banale uscita out), all’entrata (IN o Input) della scheda audio
2. Cavo (Rca) scollegato dal cdj, questo porta il segnale al mixer.

Eravamo rimasti che dovevamo scollegare il cdj togliendo il cavo rca. A questo punto devi usare il cavo Rca/Rca maschio per collegare il tuo cdj all’ingresso della scheda audio, (IN o INPUT) del canale A per il primo deck.

timecode mixer incassato nella consolle

1. Riduttore Rca femmina
2. Cavo Rca / Rca Maschio Maschio, che parte dal cavo staccato dal cdj (vedi figura precedente) e va a collegarsi all’attacco OUT o Output della scheda audio. Il cavo è collegato tramite il riduttore 1, o in alternativa è possibile acquistare un cavo rca/rca maschio femmina.

Adesso ti rimane un cavo scoperto, ovvero il cavo rca che portava il segnale dal mixer al cdj, in pratica quello che proviene dal mixer. Questo cavo va prolungato con il cavo rca / rca maschio femmina o con il raccordo come spiegato nella descrizione del raccordo, quindi va attaccato alla parte OUT o Output della scheda audio dello stesso canale quindi A per il primo deck. Procedi quindi con lo stesso collegamento per l’altro deck ma per il canale B.

Logica del collegamento.

Il collegamento non è nulla di spaziale perché usando la logica se ne può concepire molto. Il collegamento tra cdj e scheda audio è il normale collegamento per il timecode, il lettore porta un segnale in uscita che va collegato all’ingresso della scheda audio, mentre il cavo che rimane scoperto dal cdj ovvero quello che hai scollegato, è un cavo che entra nel mixer, ovvero va concepito come un cavo che porta il segnale e l’attacco rca del mixer o meglio potrebbe essere concepito come l’uscita del lettore cdj, in definitiva non abbiamo fatto altro che prolungare il cavo che esce dalla scheda audio e va al mixer per evitare di scollegarlo usando il concetto della scheda audio come filtro come spiegato nell’articolo relativo ai collegamenti (che ho già linkato più volte in questo articolo).
Questo tipo di intervento non è invasivo e quasi invisibile, con la giusta politica potresti riuscire anche a convincere il gestore più permaloso che si tratta solo di scollegare in modo momentaneo un cavo per poi rimetterlo a posto, per la serie:

“lascio tutto come ho trovato… … e soprattutto funzionante”

Hardware mobile senza timecode con mixer incastonato nella consolle

Moltdi djs mobili usano soluzioni hardware sempre più compatte e portatili, ma tuttavia devono far fronte alle molteplici situazioni con cui si ritrovano difronte. Una di queste è il mixer incassato nel banco della consolle che non ti da la possibilità di accedere ai collegamenti posteriori del mixer.
Per controller hardware intendo tipi di controller che servono per controllare l’andamento delle tracce di ciascun deck del software come ad emulare un cdj, parlo di hardware come il Native Instruments X1 o L’Allen & Heath Xone K1, questi tipi di hardware non hanno una scheda audio propria e necessitano di un collegamento al mixer tramite scheda audio a parte.

Cosa occorre:

  • 2 Cavo rca / rca maschio femmina

oppure

  • 2 Cavo Rca / Rca Maschio Maschio
  • 2 (o due coppie) Riduttore Rca femmina

Procediamo

hardware senza scheda audio con mixer incassato

1. Cavo che esce dal mixer e va al cdj, in questo caso va staccato dal cdj e collegato tramite un cavo (e/o con raccordo rca femmina femmina) che porta all’uscita OUT o Output della scheda audio
x. Il cdj va escluso dove il collegamento va ripristinato al momento del cambio consolle
2. Collegamenti generici USB che vanno al computer, trattati nell’articolo rigurdante i collegamenti hardware.

In questo caso l’operazione non è molto complessa, basta solo escludere il cdj e collegarlo alla scheda audio, quindi prendi il cavo rca che viene dal mixer e tramite il raccordo rca femmina o il cavo rca / rca maschio femmina collegalo all’ingresso IN o Input della scheda audio, un cdj lo collegherai al deck A mentre l’altro al deck B, gli hardware e la scheda audio la collegherai al computer come di norma.

Schede audio a 2 canali non timecode.

Se hai una scheda audio del tipo NI Audio2 o comunque una scheda audio in cui un uscita sia del tipo Jack o minijack, dovrai procurarti anche:

  • 1 Cavo rca femmina / minijack maschio

oppure

  • 1 Cavo rca / minijack maschio che è molto più semplice da reperire nonché utile per molte altre applicazioni
  • 1 (o una coppia) Riduttori rca femmina

Logica

Per logica il cavo da usare è un cavo che serve per adattare il cavo rca che viene dal mixer all’ingresso IN della tua scheda audio, che sia in formato jack, minjack o rca, quindi un raccordo tra rca maschio e l’entrata della tua scheda audio.

Hardware mobile con scheda audio e mixer incastonato nella consolle

Questo è il collegamento più complesso ma se hai capito gli ultimi collegamenti e soprattutto la logica, riuscirai a fare il collegamento con naturalezza. Un hardware con scheda audio integrata è un hardware capace di controllare i deck del software come se fosse un cdj e in questo caso gestirne autonomamente il flusso audio / dati grazie alla sua scheda audio integrata.
In questo caso non avendo bisogno di una scheda audio esterna, i collegamenti li dobbiamo far partire dalla struttura dell’hardware stesso, quindi in base al tipo di attacco che dispone l’hardware ci dobbiamo procurare i cavi. Questo tipo di hardware menzionato sopra potrebbe essere simile ad un controller del tipo Allen&Heath K2 che dispone di una scheda audio interna a due canali, dove di fabbrica abbiamo un canale per la mandata audio principale e un canale per il preascolto, in questo caso nel collegamento sfrutteremo entrambi i canali come master in quanto il preascolto è presente nel mixer stesso.

Cosa occorre:

Come accennato sopra bisogna adattarsi agli attacchi dell’hardware, ma solitamente i cavi da procurarci sono del tipo jack o rca.

  • 1 (o 2) Cavo rca / minijack maschio, e/o cavo rca / rca maschio maschio
  • 2 (o 2 coppie) Riduttore rca femmina

oppure

  • 1 (o due 2) Cavo rca femmina / minijack maschio e/o rca femmina / rca maschio

Procediamo:

mixer incassato collegamento hardware scheda audio

1. Collegamento che parte dal cavo del mixer che hai scollegato dal cdj e va nelle rispettive entrate della scheda audio del controler: Usa il raccordo per un cavo rca che andrai a collegare all’entrata della scheda audio dell’hardware, in questo caso abbiamo un entrata master rca, e un entrata cuffie che funge da secondo canale audio
2. Il Cdj va scollegato e ripristinato il collegamento di base nel cambio consolle
3. Collegamento usb dalla scheda al computer come descritto nell’articolo dei collegamenti hardware

L’operazione non è diversa dalle altre, ma rappresenta l’unione delle ultime due operazioni appena elencate. Infatti parte tutto dall’hardware che viene inteso come scheda audio a livello di collegamenti, anche perché in realtà si tratta di una scheda audio.
Andremo quindi a staccare il collegamento del cdj che arriva al mixer e dal cavo staccato tramite raccordo rca femmina o tramite il cavo stesso rca femmina lo andremo a collegare al canale audio out (master, o out1) dell’hardware, mentre il secondo cavo proveniente dall’attacco del secondo cdj che avremo staccato lo collegheremo al secondo canale (out2, oppure master2, oppure monitor, o solitamente all’uscita cuffie). L’hardware verrà collegato al computer come di norma.

Cambio consolle

La cosa che spaventa il più di tutti un dj è sempre il cambio di consolle, la paura impressionante è quella di non trovare mai qualcosa che non sia al suo posto o che non funzioni più. In questo caso devi semplicemente staccare il cavo che porta alla scheda audio dove hai staccato in precedenza, e riattaccarlo al cdj, ovviamente l’operazione va fatta sul deck in preascolto e quando passerà come cdj master, farai lo stesso con l’altro deck.

Ricapitolando ecco le operazioni da fare nel cambio consolle:

  • Dopo aver messo messo l’ultima traccia e aver completato il passaggio, metti in modalità THRU dal software il deck che non suona più,
  • Vai sul cdj del deck corrispondende a quello che non suona più e stacca il collegamento che hai fatto in precedenza ripristinandolo allo stato iniziale, se hai qualche dubbio nello staccare il cdj del canale sbagliato, guarda il led meter del canale del mixer, o male che vada stacca un solo canale, si dovrebbe sentire la metà dell’impianto se hai staccato un canale che mandava audio al mixer (è una bastardata che non si dovrebbe fare, quindi cerca di assicurarti prima).
    Di norma se fai i collegamenti giusti il deck A è quello alla tua sinistra e se dal software suona il deck B puoi staccare quindi il deck A alla tua sinistra.
  • Fai partire il cdj che hai attaccato e controlla dal led meter del mixer se arriva il segnale inoltre per assicurarti (se hai il tempo) metti le cuffie e senti in preascolto se si sente il cdj che suona.
  • Fai (o fai fare) il passaggio all’altra traccia con il cdj del canale che hai appena collegato.
  • Scollega adesso il secondo canale collegandolo al cdj e facendo la stessa prova che hai fatto con il primo cdj.

Accortezze

In queste operazioni cerca di mantenere sempre la calma, non far trasparire un’eventuale tensione da parte tua cercando di adottare una politica molto rassicurante per chi ti sta intorno, di solito il personale è sempre scettico quando arriva un tizio a smontare dietro l’impianto.
Evita inoltre di far mettere le mani ad altre persone, non so il motivo ma quando ti vedono smontare c’è sempre qualche cretino che inizia a mettere mani, quindi anche se non sarà facile cerca di tenerli il più lontano possibile se ci tieni a suonare.

adattatore femmina femminaAdattatore rca femmina femmina doppio adattatore singolo rca femminaAdattatore rca femmina singolo cavo rca maschio maschioCavo rca rca maschio
cavo rca maschio femminaCavo rca rca maschio femmina jack maschio rca maschioCavo rca maschio mini jack maschio cavo jack maschio rca femminacavo rca femmina mini jack maschio

Per maggiori informazioni sugli spinotti e sui cavi è possibile consultare questo articolo sul cablaggio.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!


Iscriviti al periodo di prova gratuito di Amazon Prime video che ti permette di guardare film e serie TV in streaming su PrimeVideo.com, incluse le serie TV di successo come American Gods, The Grand Tour e The Man in The High Castle.

Condividi l’articolo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

News

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.