Un Buon inizio, Le cuffie


Le cuffie

cuffie di vari tipi per dj

Il simbolo che si addice di più alla figura del dj sono le cuffie, da anni si immaginava questa figura con le cuffie attorno al collo o mentre ascoltava la musica. Oggi la tecnologia sta cercando di metterle da parte, ma il business non le ha risparmiate, se originariamente vedevamo due grossi padiglioni roteanti che prendevano quasi tutta l’immagine del dj, col passare del tempo si è cercato di abbellire questo strumento con le lucette fighe, nonché dimezzandole facendo le cosiddette monocuffie a forma di doccia, finchè non sono nati i modelli stilosi, dal design moderno dai nuovi materiali che le rendono resistenti e nello stesso tempo leggerissime.
Ma quanto costa tutto ciò?

David Guetta sponsor delle Monster Beats

David Guetta sponsorizza le Monster Beats

Tenendo presente che col business non si lascia nulla per scontato, molte cuffie le vediamo indossate dai djs famosi, ma non solo, le vediamo anche attorno al collo di giocatori famosi e comunque personaggi famosi, e questo fa la figheria, e la figheria si paga. Ma se la figheria si paga, la qualità che fine fà?
Fermo restando che se un tempo le cuffie erano uno strumento indispensabile per un dj, oggi se ne potrebbe fare anche a meno, e quindi stanno diventando un accessorio più che uno strumento, e la qualità non fà la differenza ma bensì la differenza la fa la marca.

Che caratteristiche deve avere una buona cuffia per dj:

  • Il cavo deve fuoriuscire da un solo padiglione
  • I driver o le membrane interne dove fuoriesce la musica devono avere un raggio di almeno 40mm
  • Una buona risposta in frequenza (almeno 8 – 28000 hz)
  • I bassi si devono sentire chiari e ben secchi
  • Devono essere molto robuste e le giunture non devono fare gioco.

    Cuffie entry level dj mediacom

    Mediacom M-DJ4040D I padiglioni ruotano solo in verticale

Un paio di cuffie con queste caratteristiche si possono trovare anche a meno di 50 euro, e se sei all’inizio, ti consiglio di fare una buona ricerca e spendere dalle 20 alle 30 euro, ma ad ogni modo, ottime marche che propongono validi modelli entry level sono: Omnitronic, Sony, Pioneer, Medi@com (Mediacom, consigliate), Panasonic, le Sennheiser sono un ottima scelta.
La fascia media di cuffie che varia dalle 50 alle 100 euro ha le stesse caratteristiche, ma la risposta in frequenza sarà decisamente migliore, come il driver e i materiali in uso, e alcune propongono anche il cavo sganciabile dal padiglione, e dal design innovativo sia nei colori che nelle forme.

Pioneer hdj 500 cuffia professionale per dj

Pioneer Hdj-500

Passando alla fascia VIP, parlo di cuffie che vanno dalle 150 alle 350 euro, posso dire che se non la marca in vista o perché sono indossate da David Guetta o da Balotelli, hanno poche caratteristiche in più se togliamo il design, la robustezza e leggerezza, vedremo la risposta in frequenza migliorata e il suono dei bassi più puro e pulito, ma queste sono caratteristiche che per fare un mix non occorre avere il massimo o il meglio. Cinquant’anni fa quando si mixava col vinile e il preascolto era fondamentale, le cuffie erano importanti, eppure tutte queste caratteristiche e tutte queste migliorie non esistevano, le orecchie non hanno subìto mutazioni!
Le marche produttrici di modelli di cuffie professionali sono: Pioneer, Monster Beats, Sony, Technics, SMS, Aiaiai, Sennheiser

Cuffia professionale per dj 50 Cent

Sms Sync versione 50 Cent I padiglioni sono fissi o per lo meno si spostano ruotando di poco.

Ad ogni modo, il modello delle cuffie va scelta anche in base alle nostre esigenze e preferenze: Il modello coi padiglioni rotanti si adatta più facilmente al contorno della nostra testa, mentre il modello coi padiglioni fissi, sta bene attaccato al collo per un pre ascolto veloce e sempre disponibile. Quindi valuta prima alcune caratteristiche ergonomiche della cuffia come:

  • Padiglioni che ruotano in orizzontale, si adattano bene alla forma della testa e dell’orecchio, se le tieni al collo dovrai faticare un pò col preascolto sulla spalla ma non ti affaticano, ma se i padiglioni ruotano anche in senso verticale, farai molta difficolta a tenerle sul collo, i padiglioni se ne vanno per cazzi suoi, mentre vanno benissimo per tenerle sulla testa.
  • Padiglioni che ruotano in verticale, sono indicate per tenerle sempre sulla testa e poco sul collo se i padiglioni rutano anche in orizzontale vanno bene per tenerle sulla testa.
  • Padiglioni fissi o semi fissi (ruotano in senso verticale di poco) sono indicate per tenerle sul collo, se il tuo preascolto si basa sul fatto che tieni il padiglione tra la spalla e l’orecchio queste sono le cuffie giuste per te, si adattano bene sulla testa ma a patto che metti entrambi i padiglioni quindi per ascoltare la musica con l’mp3 e non con un solo padiglione come nel caso del preascolto.
  • Padiglioni che ruotano all’interno, sono indicate per adattarsi facilmente alla forma della testa, se i padiglioni ruotano in tutte le versioni questa è la cuffia giusta per chi sta sempre con la cuffia sulla testa ovviamente un padiglione nell’orecchio e l’altro spostato dall’orecchio.

    Sony cuffia per deejay, i padiglioni ruotano in tutti i sensi

    Mitica Sony Mdr-v700 Robusta e longeva usata per tanti anni. I suoi padiglioni ruotano in tutti i sensi, si adatta a tutte le forme della testa, ed è possibile raccoglierla facilmente per un facile trasporto.

A ciascuno la sua cuffia.

beyerdynamic t1 professionale hi-fi cuffia

Beyerdynamic T1 cuffia studio

E’ ovvio che se la musica è tutta la stessa le cuffie non lo sono, perché il suono va percepito ed elaborato in base al ruolo che si ricopre. Un producer il cui lavoro si basa interamente su una produzione fatta in studio, non potendo captare le frequenza a caso in aria, ha necessariamente bisogno di un paio di cuffie sofisticatissime ad alta fedeltà sonora, parlo di cuffie da studio con una risposta in frequenza di 5-50000 hz e un impedenza di 600ohm, e dal prezzo che può superare anche i 1000 euro.

I maggiori produttori di queste cuffie sono Beyerdynamic, Monster Beats (Studio), AKG, Sennheiser, Bose.

Il turntablist d’altro canto della cuffia non glie ne può fregar di meno, basta che si sente un pò di suono e
siamo apposto! infatti nei campionati battle contest le cuffie si vedono raramente in quanto i punti di aggancio dei un brani venivano segnati con dei markers applicati sui dischi un tempo, che la tecnologia li ha trasformati in cue.
Grandi scratcher come dj Craze, QBert, Shiftee, o Rafik (i testimonial dei video promozionali della Native Instruments) e Dj Rectangle nei loro video fanno a meno delle cuffie. Non lo sapevi? Continua a leggere e scoprirai tante curiosità.

 Dj Craze 5 volte campione del DMC, turntablist in una sua performance senza cuffie.
Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!


Iscriviti al periodo di prova gratuito di Amazon Prime video che ti permette di guardare film e serie TV in streaming su PrimeVideo.com, incluse le serie TV di successo come American Gods, The Grand Tour e The Man in The High Castle.

Condividi l’articolo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

News

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Qual'è il tuo lato creativo da dj

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.