Benvenuto nel mio sito, iscriviti tramite mail o notifiche per rimanere sempre aggiornato sulle novità che proporrò in quest'anno

Technics DVS Standalone Mod

Come abbiamo visto in precedenza, le modifiche sui giradischi stanno andando sempre di gran moda, e quindi con questo vorrei riconfermare la mia tesi sulle novità apportate da parte di Denon nel 2017, ma resta pur sempre una mia teoria anche se spinta dal progretto Russo del Technics DVS Standalone Mod.

Nel mese di aprile circa, un ingegnere russo Andrei Anantsko e guarda caso dj, ha iniziato con un progetto che consiste nel modificare un Technics SL1200 in un “lettore di dischi”, ovvero inserivi un disco timecode dove questo ti leggeva le tracce che avevi inserito in una scheda di memoria sd integrata nel giradischi, queste tracce venivano lette come se fossero stampate nel disco.
Questa è stata un modifica basilare in quanto non permetteva di avere un feedback visivo su quello che stavi facendo, ad esmpio con i tasti 33 / 45 potevi spostarti tra i punti cue della traccia, ma non sapevi dove realmente ti saresti spostato.

Oggi viene quindi apportato un miglioramento drastico da parte di Andrei che si fa chiamare Dj Greeb, dove viene inglobato un piccolo display da 7” nello slot contenente il riduttore per i dischi da 45 giri.

Display Hot Plug per Technics DVS

display oled hot plug contactlessIl display di cui ho appena accennato, illustra una conformazione di dati standard che visualizza tutte le informazioni basilari, quali: Nome della cartella (folder che contiene le tracce catalogate a priori in un programma fatto apposta), titolo del brano, percentuale del pitch, tempo trascorso del brano, tempo rimanente a fine brano, forma d’onda, barra di avanzamento della riproduzione del brano sotto la forma d’onda ed eventualmente segnata dai vari punti cue se inseriti.

Il display di cui si sta parlando consiste in un display da 7” rotondo interamente ruotabile dove puoi sistemarlo in base alla posizione con cui sistemi il giradischi, inoltre non vi è una modifica invasiva, ne connettori ne spine ne fili che escono di fuori, ma una connessione senza contatto che ti permette di usare il giradischi come un comune giradischi nel caso tu volessi togliere il display.

Il display  è hot plug quindi non dipendente dall’alimentazione del Technics quindi anche se viene spento il display rimane sempre acceso, questo serve molto in alcune tecniche da turntablist che spengono il giradischi (cut-off).

Inoltre il display e OLED con un alto contrasto, costruito in modo tale da dare un’ottima visione da tutti i punti di vista grazie al suo elevato angolo di visione.
Viene effettuato un paragone nel video con il display di un cdj 1000 dove questo display ha una risoluzione leggermente maggiore di quella del cdj (1 pollice) e una larghezza maggiore, (128px contro 100px di quella del cdj), mentre la risoluzione in ampiezza d’onda è 8px contro i 7px del cdj.

Analizzare la traccia e inserimento di punti Cue

Le tracce vengono analizzate tramite un programma costruito dallo stesso ideatore che prende il nome di Technics DVS software che ha il compito di analizzarne la forma d’onda e attestare eventuali punti cue. Questo analizza le tracce per inserirle in una sd che va inserita nel giradischi.

Eventuali punti cue possono essere inseriti sia internamente tramite i pulsanti del giradischi, sia tramite l’uso di un software propenso come Sound Forge Audacity , Sony ACID o Adobe Audition . I programmi introducono le informazioni sui punti cue dove successivamente andranno importate le tracce sul software Technics DVS che li analizzerà e registrerà in memoria.

Il giradischi viene usato con un disco in timecode per Serato, ma nel video di esempio viene usato con un comune disco da 12″ credo che l’utilizzo sia propenso per entrambi i tipi di dischi, dove ovviamente viene usato il disco timecode per non deprecare un prezioso disco inciso, che potrebbe essere comunque utilizzato ugualmente. Questo sta a testimoniare che il firmware interno del giradischi non si basa su un algoritmo ma su un altro tipo di codifica o tecnica.

Favoletta morale.

Personalmente penso che questa trovata sia a limite, un giradischi con un sistema tale non permette tanta flessibilità, si è vincolati a rimanere con la propria attrezzatura girando con le proprie valige dove nei club non permettono di montare e smontare a causa degli esasperati cambi consolle. I tempi cambiano, e non ci sono più quelle consolle con due djs, ma c’è più personale dietro la consolle che in pista.
Oggi un dj professionista segue una scheda tecnica basata sulle attrezzature più comuni da utilizzare, mentre un dj medio deve avere una grande flessibilità, si deve arrangiare con i controller o con i cdj, spesso si va in giro con le pennette o con il notebook, per questo le attrezzature di oggi girano tutte intorno allo storage digitale o al software libreria / audio mixaggio.

Tuttavia tieni presente che questo potrebbe essere il primo passo per la creazione di un giradischi con scheda audio integrata, e questo per molti djs potrebbe essere un punto a favore, in quanto non sarà più necessario portarsi il mixer da casa ne tanto meno la scheda audio, solo il notebook. Ovviamente rimane sempre il fatto che ci si debba arrangiare, ma vuoi mettere accontentarti di una jog quando hai finalmente il disco che puoi farti scivolare sotto le dita?

Ecco il video in russo dove illustra il funzionamento con il display e ne spiega le modifiche effettuate con tanto di descrizione del display e confronto con cdj 1000 mk3

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
25 novembre 2016

0 responses on "Technics DVS Standalone Mod"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DarioPower.it©. All rights reserved. E' vietata la pubblicazione del contenuto anche parziale senza il consenso dell'autore.