Advertisements

Facebook blocca le dirette live

Fabebook blocca le dirette live, quindi dal primo ottobre non sarà piu possibile pubblicare dirette live sul proprio profilo facebook o sulla propria pagina facebook, ne tanto meno banali video musicali.
O meglio potrai fare quello che vorrai, pena la cancellazione dell’account o della pagina.

Facebook cambia anche le normative sulle autorizzazioni sull’uso dei prodotti sponsorizzati e e altre condizioni che puoi consultare a questo link.

Riporto qui il testo integrale in inglese delle nuove linee guida specifiche per i diritti musicali e di autore nella sezione musicale che puoi vedere a questo link:

“You may not use videos on our Products to create a music listening experience … If you use videos on our Products to create a music listening experience for yourself or for others, your videos will be blocked and your page, profile or group may be deleted. This includes Live.”

” Non è possibile utilizare video sui nostri Prodotti per creare un’esperienza di ascolto musicale..
Se utlizzi video sui nostri Prodotti per creare un’esperenza di ascolto musicale per te o per altri, i tuoi video verranno bloccati e la tua pagina, profilo o gruppo potrebbe essere cancellato. Questo include anche il Live.”

Se stai sbattendo i pugni contro il tavolo e sbraitando allora pensa a tutti i grandi artisti che trasmettevano live fantastici da vedute panoramiche e stratosferiche se non contornate da paesaggi maestrali a cui la diretta non veniva bloccata per ovvi motivi e a tutti gli accordi presi con Facebook per trasemttere le loro fantastiche dirette! La regola adesso vale per tutti!!

Tutto questo è stato causato dal fatto che Facebook è stato sempre piu tollerante nei confronti degli artisti che diffondendo la musica di proprietà delle etichette discografiche infrangevano quelle piccole regole sul copyright che fino ad oggi abbastanza tolleranti. Tuttavia con il diffondersi delle dirette il problema è diventato sempre più marcato toccando ancora di più i diritti delle stesse case discografiche!!

Cosa accadrà realmente?

Bada bene, che onde evitare equivoci, facebook sottolinea il fatto che questi termini e condizioni di servizio relativi all’esperienza di ascolto dei contenuti musicali, sono in vigore già dal 2018, in teoria non è cambiato nulla, ma solo l’intensità con cui Facebook faccia rispettare queste norme! Ovvero dopo diverse segnalazioni, se insisti, Facebook potrebbe bloccarti l’account, o disabilitarlo temporaneamente come è già successo in passato per altri motivi.

Mi chiedo solo se queste restrizioni come detto sopra saranno applicate anche ai produttori registrati sotto etichetta discografica, come è già successo in passato, in cui Facebook non bloccava le dirette per motivi di appartenenza dei brani musicali, infatti se sei produttore per un etichetta discografica potresti pubblicare i tuoi brani e quelli in possesso della tua stessa etichetta discografica, ma cosi per alcuni piccoli produttori non è stato.

Voci di corridoio dicono che..

Le dirette Live su Facebook sono spopolate a causa del precedente lockdown, di conseguenza incentivando ancora di piu gli utenti ad utilizzarle e ad aumentare la diffusione di brani musicali impropria, dove le case discografiche non ci guadagnano.

Facbeook quindi sta pensando i realizzare un sistema di pagamento della streaming per monetizzare gli aventi diritto, ovviamente qui si parla di due tipi di monetizzazione, il banner sotto la diretta e/o retribuzione alla casa discografica per la diffusione del brano, quindi o si acquista una licenza, o si monetizza tramite un banner, o entrambe le scelte.

Attualmente la questione non è cosi facile, in quanto ci sono nel centro troppe istituzioni locali e internazionali, etichette discografiche e produttori, quindi questa opzione per il momento viene tenuta al vaglio.

Quali soluzioni è possibile adottare?

Molti djs hanno adottato come soluzione principale la piattaforma Twitch che attualemtne è un po’ in bilico in materia di copyright, ma ancora performante.

Mixcloud Live è un’ottima alternativa legale che addebita un abbonamento mensile e a cospetto di Twitch che è stata progettata per i gamers, Mixlcoud è stata progettata per i djs quindi nessuna interruzione del tuo streaming.

E’ possibile usare anche YouTube Live in alternativa dove in materia di copyright non ci va mica tanto piano!! Però molte etichette discografiche permettono di pubblicare i loro contenuti prendendosi il ricavo delle sponsorizzazioni, per le dirette live purtroppo rimane lo stesso discorso che conosciamo già .

Le dirette Instagram rimangono anche una soluzione simile in quanto sono parallele alla politica Facebook perchè considerate un Prodotto Facebook come menzionati nell’articolo, quindi potrebbero essere anch’esse soggette alle stesse norme di facebook dal primo ottobre se non dopo, approfittane magari!!!

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  • 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
24 Settembre 2020

0 responses on "Facebook blocca le dirette live"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DarioPower.it©. All rights reserved. E' vietata la pubblicazione del contenuto anche parziale senza il consenso dell'autore.