Benvenuto nel mio sito, iscriviti tramite mail o notifiche per rimanere sempre aggiornato sulle novità che proporrò in quest'anno

Outing.Prima di fare i bagagli fermati a pensare

Outing.Il mio primo giorno di “squola”

Spero che leggendo il mio blog ti sarai appassionato alle mie risorse e sarai diventato una persona migliore oltre che un professionista capace, ma ad ogni modo se avrai letto il capitolo su come iniziare a suonare, avrai allora imparato a creare una demo e quindi distribuirla, mi auguro che qualcuno ti avrà chiamato per suonare, e qui viene il bello!
Se anche tu sei tra quelli che pensano che uscire e andare a suonare sia una cazzata del tipo:
“vabb ke ci vuole? io so suona a casa sn brv e and ank nei posti sn brv”

Che tradotto in lingua terrestre significa “se a casa sono bravo anche fuori lo sono”.
Se pensi questo sei nettamente fuori strada. Le vere e solide basi si fanno da questo tipo di esperienza, a casa è solo preparazione, ma qui inizi a fortificare le tue spalle. Più ti troverai nei posti disparati, più riuscirai col tempo a cavartela in tutte le situazioni disparate, non importa se sbagli o vai male, l’importante è uscirne fuori e comunque registrare l’esperienza per crearne un bagaglio ampio.

Le situazioni in cui ti ritroverai a suonare saranno del tipo:

  • Feste private e party selvaggi – Quindi feste ambulanti e accampate di qua e di la, con pubblico a volte misto.
    Il massimo della gavetta che ti fa partire da facchino e massimo arriverai al “Ragazzo bravo che sa mettere i dischi e ci fa divertire”
  • Locale Club Discoteca – Sono ambienti fissi e quindi con un impianto a se stante e il più delle volte la consolle è presente sul posto, ti sarà data la possibilità di mettere qualche disco nei punti critici e li l’esperienza si basa sul fatto di padroneggiare l’attrezzatura che non sarà la tua e affrontare il pubblico.

Sono due ambienti diversi due esperienze diverse, ma comunque l’obiettivo è quello di crescere e migliorare, i punti che andrai a toccare sono determinati dal fatto che dovrai imparare a piazzarti lo stand con tutto ciò che serve a farlo funzionare, fare partire la tua attrezzatura, far funzionare una festa e fronteggiare gli eventuali intoppi, questo nel caso delle feste private e party, mentre nel secondo caso imparerai ad adattarti rispetto ai vari set-up che ritroverai nei vari posti, nonostante le funzioni siano le stesse, ci sono alcune differenze sostanziali e dovrai capire quali funzioni reperire subito dal mixer, e quali impostare una volta iniziato a suonare.

Come potrai vedere andare a suonare fuori non significa affatto smontare l’attrezzatura che hai a casa e sbatterla in un angolo di un locale, ma ti ritroverai in un ambiente diverso, e se avrai montato tutto alla perfezione e avrà funzionato tutto, vedrai appena iniza la festa la tua consolle “scomparire” dove si vedranno solo le lucette e il display, e da qui inizi a capire che non è affatto come casa tua!

A questo punto dovrai rimboccarti le maniche perché sei solo all’inizio della gavetta, ma ricordati che finchè rimarrai un nomade che farà le feste private la tua gavetta non finirà mai, potrai solo prevenire.

Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

0 responses on "Outing.Prima di fare i bagagli fermati a pensare"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DarioPower.it©. All rights reserved. E' vietata la pubblicazione del contenuto anche parziale senza il consenso dell'autore.