Flight case per la tua consolle


Il flight case

componenti interni di un flightcase
Com’è strutturato un flight case, pannelli, imbottitura, profili,
ed eventuali accessori da aggiungere.
Immagine tratta da infoportal.it

Mi ricordo quanto ero piccolo, con la mia famiglia scendevàmo dai parenti in treno per le vacanze, in un giornalino trovai una valigetta in miniatura e prima di scendere dal treno la incatenai alla mia manina, chissà quale film mi rimase impresso! Mio padre vedendomi disse: “Adesso voglio vedere quanto sei coraggioso, se ti sei ammanettato alla valigia vuol dire che quello che c’è dentro è davvero prezioso, quindi qualcuno può rubartela”.

Questo piccolo aneddoto introduce l’utilità del flight case, una valigia che conterrà la maggior parte dei componenti della tua attrezzatura, quali cd, dischi ma soprattutto le apparecchiature per suonare come giradischi, mixer o cdj.
In definitiva potresti comunque portare tutto negli scatoli in cui sono contenuti gli apparecchi che fornisce la fabbrica, visto che sono già collaudati per il trasporto, potresti approfittarne, ma tieni presente che oltre al fatto che professionalmente non è una buona soluzione, perderesti molto più tempo con il montaggio, visto che devi toglierli dall’imballo ogni volta e comunque collegarli ex novo.

Per quanto riguarda la tua attrezzatura solitamente composta da due lettori cdj / giradischi e un mixer, la scelta del flight case è legato a tre fattori fondamentali che camminano in sintonia tra di loro e sono relativi all’oggetto da contenere:

  • Il valore
  • Il peso
  • L’utilizzo

La tipologia di flight case è di tre tipi quali:

  • Leggero, in materiale molto fino, lo spessore del pannello è di circa 5mm, le imbottiture sono di qualità inferiore, i componenti sono quelli basilari e meno resistenti, tipo angoliere, maniglie e chiusure, i profili sono in alluminio, temono l’umido e l’acqua, non è possibile caricarvi del peso di sopra. Il carico massimo da trasportare si aggira sui 25/30 Kg. Alcuni modelli leggeri consistono in borse imbottite come per i dischi o i controller.
  • Semi Professionale, dove il pannello inizia ad avere una buona consistenza di 7mm, le imbottiture sono in polietilene e in poliuretano di spessore fino a 5mm, peccano di alcuni componenti quali le chiusure a farfalla o le ruote per il trasporto, alcuni temono l’acqua battente ma è possibile caricarvi del peso di sopra (ti ci puoi sedere di sopra). Il carico massimo per il trasporto supera i 30 Kg ma può essere limitato.
  • Professionale dove lo spessore del pannello è di circa 10mm con imbottitura in polietilene e in poliuretano con spessore fino a 5mm, è fornito di tutti i componenti più robusti e resistenti e molti non temono l’acqua battente, si può caricare del peso di sopra mentre la portata massima è superiore ai 30 kg e comunque molto elevata.
flightcase economico

Flight Case leggero

flightcase robusto

Flight Case semi professionale, mancano alcuni elementi e il rivestimento è più leggero

flightcase di alta qualità

Flight Case professionale, completo di tutti gli accessori e di manifattura più robusta e resistente, può ospitare attrezzatura molto pesante e di gran valore.

Il valore di un flightcase è determinante, infatti se prendi un lettore cdj di ultima generazione, è importante che sia ben protetto, qui si parla di bei soldini, e credo che questo già dovresti saperlo, la scelta ti fa eliminare il modello leggero, mentre alcuni modelli ad esempio di lettori molto maneggevoli, oltre alle ridotte dimensioni, possono essere risparmiati, per finire al fatto che se prendi un attrezzo già datato, la scelta è di riflesso su un flight case leggero, ma nulla ti impedisce di prendere un buon flight case nonostante ciò, come si dice, “la spesa la fai una volta sola”.
Il peso di ciò che dovresti trasportare è un valore decisivo perché come ho indicato sopra, nelle caratteristiche dei tre tipi ci sono i limiti massimali di peso che un flight case può contenere, quindi contenuti pesanti vanno per forza in flight case robusti.
L’utilizzo è quello meno determinante, soprattutto per prodotti pesanti e di valore, ma nel caso contrario sei spinto a muovere poco la tua attrezzatura, anche meno di 3 volte al mese, un flight case leggero è l’ideale, ovviamente valuta anche il tipo di trasporto, dove lo trasporti e quanto lo maneggi, portare un flight case in un auto è diverso che trasportarlo in un furgone con sopra altri case, ma anche passare da una porta di un garage è diverso che salire due o tre piani di un palazzo o un ascensore.

Il lavoro viene facilitato molto dai valori dettati dalla fabbrica, ad esempio vengono riportate le dimensioni interne e il suggerimento su cosa puoi alloggiarvi, di solito si basano sullo standard pioneer e relative misure, per i vani laterali dei cdj mentre per il vano centrale del mixer vengono riportate le misure in pollici, quindi ti basta vedere le caratteristiche del tuo mixer.
Giacchè un flight case è di per se una manifattura artigianale, questo di solito viene costruito con misure standard e quindi sicuramente più economico, ma è naturale che bisogna stabilizzare i componenti con delle spugne spesso fornite in dotaione con il flightcase contrapponendole ai lati dove c’è del vuoto tra il componente e il vano. Questo problema non esiste per i flight case costruiti appositamente con misure dettate, più costosi e più longevi nella consegna.

borsa trasporto magma

Il flight case leggero composto da una borsa imbottita è spesso un articolo creato come accessorio di un prodotto quindi rilasciato dalla fabbrica stessa o da un committente, e questo fa pensare che non ci siano problemi di scelta per via del peso e misure, ma prendiamo il caso di un controller che supera le mille euro e che carichi in macchina assieme ad altri attrezzi, borse e altre valigie, qui devi per forza prendere una valigia rigida e se il caso anche semi professionale.

Il flight case può contenere i tre elementi tramite la suddivisione in tre vani, ma esistono modelli creati per un solo elemento, quali cdj o giradischi e mixer, si tratta di una valigia singola dove andrà a contenere un solo elemento fatto su misura, le regole sono identiche a quelle elencate sopra, e anche qui ci sono diverse differenze tra la valigia unica o la singola valigetta. La valigia unica è difficile da spostare, spesso ci vogliono due persone per trasportarla e soprattutto difficile da trasportare, non sempre entra nel cofano della macchina, e inoltre se si vuole cambiare un elemento bisogna

un solo elemento per giradischi

fare attenzione alle misure, ma ha di positivo la compattezza in quanto è un pezzo unico e non è necessario collegare gli elementi tra di loro in quanto sono già cablati all’interno, inoltre puoi metterci altra roba tipo la corrente o altri cavi per le casse, o usare una cablatura esterna con un vano attacchi corrente / cavi audio. Le singole valigie sono facilmente trasportabili ma è necessario un piano stabile visto che se ne viene urtato uno per sbaglio, essendo più leggero potrebbe cadere, inoltre ogni volta devi collegare i cavi al mixer che non è impegnativo, ma lo potrebbe diventare se hai altre interfacce da collegarvi.

Per quanto riguarda gli hardware specifici, esistono anche le borse specifiche come quelle dei controller, ma spesso se si costruisce un djset composto con tanti hardware messi assieme sarebbe inutile acquistare più borse, che sarebbero scomode, ma credo sarebbe necessario far costruire un case fatto su misura magari con l’incasso per il laptop.

Altri tipi di case possono essere usati per i dischi che hanno misure standard per circa 80 dischi, o i borsoni leggeri con le tasche per altri accessori tipo trolley, o le borse a tracolla decisamente più economiche per circa 20 dischi. Per i cd esistono dei case con i vani per alloggiare i cd con custodia oppure le borse decisamente più economiche dove più borse alla fine vanno infilate nei trolley. Ogni borsa in questo caso è correlata all’uso specifico, se devi mettere i cd devi prendere per forza quel tipo di case oppure quel tipo di borsa, non vi sono varianti particolari.

case per pedaliere personalizzato

Flight case personalizzato con diversi elementi hardaware, ovviamente questi sono effetti per chitarra / basso

bag native instruments

Custodia per singolo hardware fatto dall’omonimo produttore

borsa porta vinili

Flightcase per dischi mix, può ospitare 100 vinili

borsa vinili

Borsa per vinili può ospitare 25 dischi

flightcase per trasporto cd

Flight case per cd, può ospitare a partire da 150 cd

borda udg 280 cd

Borsa morbida per cd può ospitare più di 280 cd

 

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi piace la musica, mi piace creare note, suoni ed armonie, amo combinare il tutto per sentirne il risultato e gioire così del mio operato. Non è detto che per essere bravi bisogna per forza essere dei geni, si può creare anche senza spartiti, quello che ci deve guidare è la nostra passione, che alimenta la creatività. Ogni strumento che sia una corda, un tasto, un disco, un pulsante può essere usato per creare un’opera, che sia una composizione, o un semplice passaggio fatto bene. Spero mi seguirai attraverso le righe di una cultura che non tutti sanno interpretare nel giusto verso, ma alla fine uscirà fuori solo chi sa muoversi seriamente. Ti do il benvenuto e spero che un giorno potrai dire a tutto il mondo che ti sarò stato utile in qualche modo. Il mio blog è rivolto a tutti, maschi e femmine, parlo al maschile e voglio quindi evitare futili ripetizioni del tipo “o/a” , “i/e” .

LEAVE A COMMENT

Seguimi

Seguimi sui social, se sei social non fare il dissocial!

About me

Dario Power

Dario Power

Vola come un ape, pungi come una farfalla!

Ultimi commenti

Login / Iscriviti


Accedi con i tuoi social:
Non sei ancora iscritto?

Registrati

Rimarrai sempre aggiornato ogni volta che esce un articolo e avrai accesso a contenuti aggiuntivi sul mondo del djing.

Il Sondaggio Malvaggio Che ti mette a Disaggio!

Quale città offre più opportunità di successo

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.