Denon LC6000 Prime

Era già stato annunciato diverso tempo fa da Denon Dj l’uscita di un controller che potesse controllare un solo deck, o meglio una miniatura degli SC6000 abbastanza ridotta, infatti il Denon LC6000 permette di controllare un deck di un software ma non è un controller standalone, tecnicamente nulla di nuovo, in quanto sarebbe un classico controller MIDI con la jogwhell integrata, ma con qualche piccola funzione in piu, vediamola in dettaglio.

Denon LC6000 Prime caratteristiche

Versatilità

La prima caratteristica che viene in mente è la versatilità, in quanto il Denon LC6000 è stato progettato per comandare un Deck di un lettore multi layer quale un SC6000/M oppure SC5000/M Prime dove grazie al suo grande display puoi controllare l’andamento di entrambe le forme d’onda, o scegliere la traccia successiva tramite la sezione browsing oppure scegliere le tracce dalla tua libreria in streaming di Dropbox.

Inoltre puoi collegare come tutti i controller una o piu unità al tuo portatile per comandare un deck da selezionare sul tuo software preferito (attualmente Engine, Serato e Djay), oppure integrarlo al tuo setup con un controller a 4 decks.

Jogwhell

Il controller MIDI Denon LC6000 è dotato di una jogwhell da 8,5 pollici che funziona sia in modalità cdj che in modalità vinyl, dotata di ago di lettura integrato nel display centrale il quale è possibile personalizzare con la cover art stile display Denon serie SC oppure con un logo personale, inoltre è possibile vedere sullo stesso display le informazioni della traccia in esecuzione.

La jog può essere anche sistemata in base alle proprie esigenze regolandone l’intensità della resistenza tramite apposito knob.

Dotata di un grande anello laterale luminoso che ti restituisce un feedback visivo sulla traccia corrente e sul tempo che rimane prima che finisca la traccia.

Layout Cdj Style

Il Layout del Denon LC6000 Prime è analogo a quello di un comune cdj che ti da la possibiltà di avere tutti i controlli piu comuni e familiari sotto mano, come ad esempio l’encoder che ti permette di selezionare la traccia in modalità browsing, il sistema di Loop tramite pulsante IN e OUT con encoder che ti permette di controllarne l’andamento, come anche i pulsanti che ti permettono di mandare avanti o in dietro la traccia e un pitch fader ad alta risoluzione da 100mm .

Possiamo trovare qualche altra funzione come una striscetta in alto Needle Drop che ti permette di navigare tra la traccia, otto performance pad che ti permettono di usare le varie funzioni offerte dal software in uso, dove troviamo le piu comuni come hot cue, loop, sampler, slice, il tasto Shift ti permette di avere delle funzioni aggiuntive, come fare uno switch tra la funzione slip o il cambio del deck.

Il controller Denon LC6000 Prime viene alimentato tramite presa USB ma è possibile alimentarlo totalmente tramite attacco alla rete elettrica, attualmente è compatibile con Virtual Dj, Serato, Engine Prime e Algoriddim Djay per quanto riguarda Traktor è necessaria una mappatura adatta. Il controller è plug & Play dove è necessario collegarlo tramite la porta USB del proprio laptop e il controller è pronto all’uso.

In teoria il Denon LC6000 non è altro che una parte di un controller per dj o meglio come se avessimo tolto il deck di un controller, la novità sta nel fatto che è possibile integrarla con i controller della serie SC che includono la possibiltà di lavorare in Dual Layer, tuttavia, possiamo comuque tenere conto della precisione delle jog e del pitch che distinguono questo controller, come le informazioni riportate sul display centrale, un pò in bilico il prezzo che si aggira sulle 700 Euro, in teoria se ne prendi due con la stessa somma prenderesti una Denon Prime 4.

Dopo questo modello sono fiducioso dell’uscita di un modello con piatto motorizzato per completare la serie.

Puoi avere maggiori informazioni sulla pagina del produttore cliccando su questo link.

Looks like you have blocked notifications!
Condividi con i tuoi amici ;)
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share