Test di uno spinotto, punti da toccare

Test di uno spinotto, punti da toccare

29 maggio 2014 Fai da Te 0

Test di uno spinotto, quali punti bisogna toccare per testarlo.

Come abbiamo visto nell’articolo precedente, per testare il funzionamento di uno spinotto audio e di un eventuale saldatura effettuata, è necessario un tester settato in modo corretto; un qualcosa che possa tenere fermo lo spinotto, come una terza mano (facoltativo) e la conoscenza della struttura dello spinotto che andremo a vedere.
Come accennato sempre in precedenza, testare un qualsiasi conduttore come nel nostro caso lo spinotto, significa verificare la continuità del segnale, e quindi del segnale audio. Questo tipo di verifica va fatto appoggiando i puntali del tester in alcuni punti precisi: per quanto riguarda il cavo, li appoggeremo agli estremi, ma per quanto riguarda lo spinotto, è necessario capire la giusta corrispondenza del connettore interno con la struttura esterna, infatti questi rappresentano una conduzione: un connettore in cui vi è saldato un filo, porta il segnale alla parte esterna dello spinotto (tramite i contatti interni), ma lo porta in un punto preciso dello spinotto, dove questo attaccato alla presa o andandolo ad incastrare nel raccordo femmina, andrà a toccare un punto preciso del raccordo femmina per garantire la continuità del segnale.

Advertisements
Condividi con i tuoi amici ;)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *