collegamenti hardware obs

In questo tutorial andremo a vedere come esercitarsi con la metrica, non andremo a vedere nulla di così diverso da quanto abbiamo appreso, ma è solo un esercizio per imparare come passare da un punto all’altro di una traccia in modo che i punti possano coincidere.

Nella prima parte del tutorial vedremo come muoversi a fine periodo facendone una prima ripartizione rispettandone la metrica, mentre nella seconda parte andremo a riprendere un articolo in cui vengono analizzati i periodi e quindi si applica la parte pratica all’esercizio.

Prima di iniziare ti invito a ripassare alcuni concetti in modo tale da non trovarti impreparato nell’esecuzione di questo esercizio. Infatti per eseguire questo esercizio potresti avere bisogno di regolare le tracce con lo stesso tempo oppure capire quando finisce una battuta. Quindi:

Per questo esempio hai bisogno di procurarti delle tracce che userò in questo contesto. Ovviamente partirò dagli esempi più basici e semplici per poi andare a rendere gli esempi sempre piu complessi e farti capire ancora meglio il suo funzionamento.

Esercitarsi con la metrica. Come procedere

  • Carica su entrambi i deck la stessa traccia
  • Imposta bene il punto CUE di partenza di entrambe le tracce
  • Fai partire la prima traccia dal deck A (per comodità) come traccia master
  • Avrai caricato sul deck B la traccia in pre ascolto pronta per far partire
  • A fine periodo fai partire la traccia dal deck B che dovrà coincidere perfettamente con il basso della traccia del deck A
  • Ripeti questo passaggio al contraio.

Questo video è bloccato

Per vedere questo video devi essere un membro

 
Se sei gia abbonato accedi da questo modulo

Se questo esempio per te può essere abbastanza complesso, puoi partire con delle tracce ancora piu semplici, non sono costituite da periodi veri e propri e non sono suddivise metricamente, però puoi iniziare a carpire la fine del periodo delle tracce e successivamente ritornare su questo articolo.

Queste tracce sono suddivise per grado di difficoltà, quindi puoi anche scegliere il livello, e quindi ritornare di nuovo su questo articolo.

Suddividiamo il periodo della traccia in sotto periodi

In questo esempio invece andremo a mettere in pratica quello che abbiamo visto in questo articolo, andremo a mettere a tempo la stessa traccia come visto prima rispettando la metrica del periodo, quindi andremo a sovrapporre una traccia con se stessa, in modo tale da far capire l’andamento della battuta della traccia.

Andremo a caricare la stessa traccia su entrambi i deck e faremo lo stesso lavoro dell’esempio precendente, in questo caso suddivideremo lo stesso periodo in più periodi quindi dividendolo in due o in uno.

Questo esercizio serve per farci orientare meglio nella metrica e inizare a suddividere anche grandi periodi della metrica in piu micro periodi per ruscire ad orizzontarci meglio.

Puoi vedere anche che è possibile lavorarci su, anche con i fader e il crossfader, imparando a coordinare bene i movimenti e sopratutto ad usare entrambi i metodi.

Inoltre la traccia viene spiegata inizialmente con una parte scarna per capire meglio, successivamente verrà applicata la spiegazione base su una parte più corposa per orientarti meglio nel caso ti ritrovassi a fare lo stesso tra due tracce diverse dove uno o entrambe sono ricche di strumenti, sarai tu a completare quello che non è stato fatto vedere nella seconda parte.

La parte pratica ti farà capire meglio.

Questo video è bloccato

Per vedere questo video devi essere un membro

 
Se sei gia abbonato accedi da questo modulo

Impariamo a distinguere i perodi in base alla metrica, piccolo esempio

Sempre riferendoci a questo articolo, abbiamo imparato a tenere il tempo tramite la batutta e la misura con i jingle un po’ curiosi (power e mix).

In questo esempio prendiamo la stessa traccia analizzata nell’articolo appena menzionato e andiamo a ripartire il periodo iniziale nei suoi sotto periodi, quindi ho preso 4 periodi della traccia e memorizzandone i punti Hot Cue ne rispettivi cambio periodo (nota bene i tempi, che hanno intervalli da 15 secondi e multipli).

Abbiamo cosi 4 punti della traccia in cui avviene un cambio del periodo, o meglio, un cambio metrico che avviene nel periodo dell’Intro quindi dividendo l’Intro in più sotto periodi.

Dopo aver impostato i 4 punti strategici, carichiamo entrambe le tracce su entrambi i deck, procedendo in questo modo:

  • Facciamo partire la traccia dal Deck A
  • Dal Deck B ci posizioniamo sul primo punto Hot Cue che abbiamo memorizzato a priori
  • Aspettiamo che finisce il periodo e che si arrivi al punto che abbiamo memorizzato sul deck B così faremo il cambio veloce come illustrato negli esempi precedenti
  • Ci spostiamo adesso nel secondo punto Hot Cue dal Deck A e aspettiamo il prossimo punto per farne il passaggio
  • Ripetiamo la stessa procedura per gli altri punti Hot Cue rimanenti

Ecco l’esempio pratico per capire meglio

Questo video è bloccato

Per vedere questo video devi essere un membro

 
Se sei gia abbonato accedi da questo modulo

Partendo da questo esempio puoi usare altre tracce per esecitarti con la metrica, le andrai a suddividere in punti strategici, tieni presente che per fare questa suddivisione dovrai rispettare queste regole:

  • Usa il contatore di battute (misura/battuta) come quello raffigurato nel primo esempio contando quindi multipli di quattro per le misure
  • Conta le battute con una misura, oppure due misure, o 4 o 6 o 8, mai numeri dispari eccetto per la prima battuta
  • Tieni presente di ciascun cambiamento come l’aggiunta di uno strumento, di uno stacco delle percussioni (un piatto, o un tamburo), un effetto particolare o una voce che si aggiunge
  • Tieni presnte il cambio di corposità della traccia audio, come ad esempio la batteria diventa più articolata e marcata
  • Tieni presente un motivo che si ripete, segui il suo corso, o il suo cambio motivo, o di un giro di synth o di basso (insieme di accordi che vengono eseguiti in una misura)

Come facilitare l’apprendimento

Come molti mi hanno fatto notare, negli esempi ho usato il mixer per passare da un canale all’altro, ma per molti non è facile usare contemporanemante un cdj e un mixer o meglio potrebbe distogliere l’attenzione dallo scopo principale.

Da qui ho creato un piccolo esempio dove illustra come fare tutti i passaggi che ho fatto nei primi esempi senza dover toccare il mixer, e rendere le cose piu facili. Successivamente potrai usare un solo fader, poi entrambi, oppure prima dei fader usa il crossfader come diversivo.

Questo video è bloccato

Per vedere questo video devi essere un membro

 
Se sei gia abbonato accedi da questo modulo

Looks like you have blocked notifications!
Condividi con i tuoi amici ;)
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares